Il blog con il giornale dentro

Anche Reschigna non comprende , o finge? Dai, fate uno sforzo, leggete qualche link...

Nell'intervista a Reschigna su "La Stampa" c'è tutto: La comprensione del problema (sembra) e la mistificazione della realtà. Caro Reschigna ora ti spiego con esempi concreti perchè hai torto marcio quando dici che il gruppo PD di Verbania sta lavorando bene e perchè è ora di scaricare Marchionini che non centra nulla con la sinistra, o almeno con una sinistra moderna e di dialogo.

Anche Reschigna non comprende , o finge? Dai, fate uno sforzo, leggete qualche link...
Immagine 1
Dall'intervista di Reschigna a "La Stampa" estrapolo questi 2 periodi:

1- «...i problemi non si risolvono ignorando il rapporto con le persone. A volte il confronto è duro, non bello, non facile. Ma il politico non si può sottrarre, non può non avere niente da dire».

2- A proposito, gli individualismi a Verbania non mancano. E da settimane nel Pd si parlava di resa dei conti il 5 marzo nei confronti del sindaco Silvia Marchionini. Ci sarà davvero? «Nessuna resa dei conti, non è questo che serve. È necessario però che il Pd non si autoassolva, né a Verbania né a livello nazionale. Le prossime elezioni a Verbania andranno giocate insieme, non in contrapposizione. Altrimenti il risultato è già scritto: perderanno sia Marchionini sia il Pd. E non sarebbe giusto, perché questa amministrazione sta lavorando bene, come bene ha agito il gruppo consiliare».

Le questioni che pone Reschigna sono reali , ma anche segnale della sua "non conoscenza" (reale o finta?) di ciò che è avvenuto e sta avvenendo a Verbania. Per questa ragione oggi farò un pò di ricerca tra le centinaia di post pubblicati in questi anni, per aiutarlo a comprendere che il PD si è sistematicamente sottratto al dialogo. Se da qualcosa si volesse ripartire , credo che sia ragionevole fare i conti con le liste di sinistra che se ne sono andate dalla coalizione che ha eletto Marchionini , magari anche con le liste civiche autonome, che sempre si sono resi disponibili a un dialogo mai nato... cosa vuole fare il PD? Arrivare a ridosso delle elezioni e poi fare il solito esercizio di retorica?

Allora, iniziamo con i temi ambientali? ricordiamo interconnector? Fondotoce? le centralinesul San Bernardino? insomma, di futuro? pianificazione? di parcheggi? fusione con Cossogno?
Proseguiamo con temi più politici? tutte le dimissioni di questi anni? 4 assessori? le incompatibilità etiche? il cambio si segretario e di capogruppo PD? i "sabotaggi"? le inadeguatezze palesi? il boicottaggio delle commissioni?
... o a proposito di "... il confronto è duro, non bello, non facile. Ma il politico non si può sottrarre..." , vogliamo rileggere qualche lettera aperta che è rimasta "lettera morta"? dipo questa, oppure questa o anche questa? e altre ce ne sarebbero...
Vogliamo andare più nello specifico? in episodi surreali ma reali? tipo il Muller? o le forzature tipiche del Sindaco addirittura contro i suoi dirigenti? le bugie che su varie opere per giustificarsi ci propinano? bugie e confusioni sparse a piene mani anche da Assessori? fino agli errori più banali di cattiva amministrazione che portano all'esagerazione dell'uso di pesi e misure differenti per amici e nemici.

Ecco un po' di materiale su cui riflettere, a dimostrazione plastica che il PD non ha lavorato bene a Verbania, certo è una mia opinione anche se molto argomentata, ma ciò non significa che non possa incominciare, magari facendo tesoro di ciò che dice proprio Reschigna:
«...A volte il confronto è duro, non bello, non facile. Ma il politico non si può sottrarre».



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti