Il blog con il giornale dentro

Pensare, magari porsi il problema del futuro, pare brutto?

E' incredibile il modo di ragionare di certi politici, per loro conta solo l'oggi, le prossime elezioni. Così facendo sono l'esempio più limpido e stereotipale del perchè la gente fugge da questa politica. Prendete Verbania, una località meravigliosa, con una storia molto interessante e variegata, che si è reinventata più volte e oggi in mano a gente che non sa fare altro che accettare qualunque idea purché finanziata...

Pensare, magari porsi il problema del futuro, pare brutto?
Immagine 1
Siamo il paese che arriva sempre tardi, il paese del giorno dopo. Vogliamo costruire elettrodotti in aree protette per importare energia nucleare dalla svizzera quando tutti mollano il nucleare; vogliamo costruire nuovi impianti per portare tanta gente a Devero dove è consolidato un turismo lento e di qualità; vogliamo dare in mano i Parchi a gruppi di affari locali "perchè conoscono meglio i luoghi" , fingendo di non comprendere i rischi...

E poi c'è Marchionini che su "La Stampa" di oggi (tra le altre cose) dichiara:
...a Fondotoce procede la proposta progettuale di un parco ludico-sportivo da parte di Tranquillo Manoni (di cui parlavo in questo post NDR), che con il suo campeggi è il motore della ricettività turistica verbanese.
«So che si sta schierando un fronte contrario a un' idea che condivido: si può anche bocciare, ma chi lo fa è pregato di proporre alternative che vadano nella direzione della crescita economica».

Allora diciamolo chiaro ancora una volta: esistono strumenti per progettare , analizzare insieme le proposte di sviluppo di un territorio, si chiamano Commissioni e sono organo del Consiglio Comunale. Se non lavorano è perchè la maggioranza non ha interesse a farle lavorare (e al Presidente del Consiglio che è di parte sta bene così). Quello però è lo spazio istituzionale deputato alla partecipazione e in cui si dovrebbero discutere le prospettive e alternative per il nostro territorio.
Io mi sarei anche un po' rotto le balle di una professoressina che fa come vuole tenendo tutti all'oscuro , compresa la sua maggioranza che poi è costretta a fare salti mortali per reggerle il sacco e fingere coesione quando in realtà pure loro ne hanno un po' piene le scatole, e lo dimostrano le ultime vicende di via alle ginestre piuttosto che la questione centralina sul san Bernardino.
Non si può arrivare belli freschi e dire sciocchezze tipo questa: «... si può anche bocciare, ma chi lo fa è pregato di proporre alternative che vadano nella direzione della crescita economica», perchè l'unica cosa corretta sarebbe quella portare le proposte e gli obiettivi amministrativi nelle giuste sedi per avviare un confronto reale e di merito, sta cosa che siccome uno ci mette i soldi la politica deve solo dire di sì, è una scempiaggine tipica di politicanti senza visone e prospettiva, un vero pericolo. Facciamo attenzione perchè il nostro ambiente, il nostro territorio, sono l'unica nostre vera e ultima risorsa, con amministratori così incapaci rischiamo di giocarcelo in cambio si "specchietti e perline".



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti