Il blog con il giornale dentro

Caro PD, le facciamo due chiacchiere?

Guardo alla situazione verbanese e non riesco a farmene una ragione. Le persone hanno evidentemente voglia di politica intesa in termini di partecipazione, me ne accorgo dai numeri di lettura del mio blog, dai commenti per strada, dall'interazione con tutto, eppure la politica è a zero mentre la retorica fa grandi balzi. Davvero non se ne vuole parlare a sinistra?

Immagine 1

Nemmeno più mi scandalizzo che "la politica" (quella vera intendiamoci, non io) finga di ignorare ogni istanza e riflessione che pongo e propongo, sta di fatto che con la presunzione che mi contraddistingue (forse) , so che ciò che dico e scrivo è ascoltato e letto e quindi so che ignorare i contenuti che metto sul tavolo è sostanzialmente un boomerang (nella foto quì sopra i numeri di lettura dei miei post più letti negli ultimi 30 gg).
Non crediate che non mi dispiaccia, più il tempo passa, più sarà difficile costruire qualcosa a sinistra che sia crediblilmente portatore di quei valori che quando si usano i canoni della retorica ci uniscono, nella quotidianità del potere in pochi ricordiamo agli attuali amministratori.

Solo nell'ultima settimana abbiamo un progetto enorme che cambierà la faccia di Verbania, un mega supermercato vicino Esselunga. Tutto di fatto deciso e "approfondito" dalla sola giunta, senza un vero dibattito , senza una analisi vera (infatti in commissione pure gli esperti di maggioranza si sono sollevati e gli stessi Consiglieri , prima dell'arrivo del Sindaco erano molto critici); poi la formalizzazione del risarcimento che pagheremo a un dipendente comunale per ("mobbing"?) demansionamento; Poi altro bando deserto sul CEM e l'amministrazione che continua a fregarsene delle deliberazioni della preposta commissione; poi il Sindaco che continua a non rispondere nel merito alle interpellanze; poi la nuova bega per la gestione canile; poi la maggioranza che racconta bugie pur di non trattare i punti delle minoranze... insomma un vero disastro dal punto di vista di trasparenza, della partecipazione, della condivisione eppure , dopo il referendum e la mega mazzata (metaforica) ricevuta anche a Verbania, il PD va avanti per la sua strada ed io non posso fare altro che fare la "Cassandra", impiegare il mio tempo a dire che la gente è attenta, si informa , legge e vorrebbe altro e più loro fingono di ignorare tutto ciò, più cagionano un danno al futuro della politica. Rimettere insieme i pezzi delle macerie che stanno creando sarà impresa titanica... Quando ne vorrete parlare e smetterla di fare i primi della classe che fingono di avere una visione, sono certo che si potrà trovare un percorso sul quale iniziare a ricostruire, magari partendo proprio da quel programma che vi abbiamo votato.
Delibere vincolanti ma anche no

Delibere vincolanti ma anche no

Ieri l'ennesima evasiva risposta del Sindaco, pare che per lei sia tutto un gioco di ruolo. Inutile dire che i primi che si dovrebbero indignare hanno evidentemente omesso di ascoltare.

Immagine 1

La domanda era chiarissima: "l’Amministrazione creda davvero di aver rispettato la deliberazione di Consiglio Comunale del 17/11/2014 che la impegnava a “ definire una variante che preveda per l'area Beata Giovannina, un utilizzo che garantisca il diritto alla balneazione e al diporto non a motore” ?

Risposta: ci sono delibere che non sono vincolanti! (questo il senso della risposta, andrò a risentirmi la registrazione per essere più preciso)

Insomma , ieri 3 domande e zero risposte: le delibere di Consiglio (a volte) non sono vincolanti per la giunta, sui rifiuti trovati nel lago di fronte al CEM , non ha detto se l'amministrazione abbia fatto denuncia (quindi immaginiamo di no) e sul Parco e i rapporti con le amministrazioni confinanti a Verbania è stata tutta la solita "supercazzola"

In grande spolvero il grandissimo Marinoni con un bell'attacco a chi non prende decisioni , si astiene dalle votazioni (o vota contro l'amministrazione) e rallenta i lavori dell'amministrazione... peccato non si sia accorto che senza le minoranze , anche ieri sera per un bel pezzo non ci sarebbe stato il numero legale in Consiglio, peccato che non abbia capito cosa sia una "mozione d'ordine" e faccia interventi fuori luogo che fanno , quelli sì, perdere tempo a tutti... ma soprattutto peccato che continui questa incredibile situazione di un Sindaco che fa pagare tutti noi per le sue assurdità, di una maggioranza che avendo scelto di non discutere continua a fare costosi buchi nell'acqua (vedi ultimo bando deserto al CEM) e che ancora temi importanti sono semplicemente non trattati (vedi questione migranti)

...e intanto la città prende forma senza un disegno e un progetto e la nuova LIDL rappresenta la pietra tombale sul buonsenso.

Il sonno della ragione e i pavidi al potere: Marchionini, LIDL e altri disastri

Ora vi racconto tutto, ma iniziamo col dire che fuori dalla Commissione tutti dicevano che quel progetto così non va bene, e alla domanda: ma perchè lo votate? segnerà Verbania per i prossimi ottantanni! La risposta era agghiacciante: "e cosa possiamo fare". Rassegnati e pavidi , anche contro i pareri dei loro esperti, voteranno come ordina il sindaco.

Immagine 1

Con la destra assente, la Commissione di ieri avrebbe addirittura potuto essere una grande occasione (fino all'arrivo del Sindaco la politica libera e orientata a sinistra, ha detto chiaramente ciò che pensava), poi è arrivata e tutti si sono "messi in riga". Sul tema "caldo", il nuovo supermercato LIDL che l'amministrazione vuole (e si voterà) in pieno centro di fianco Esselunga, tutti i presenti hanno espresso forti criticità. I tecnici di maggioranza (che non saranno ascoltati purtroppo) , hanno spiegato chiaramente e con ottime argomentazioni , le carenze progettuali e la pochezza dell'intervento.
Io mi sono limitato a chiedere, più o meno, quale fosse l'interesse della maggioranza a far costruire un pezzo di periferia in pieno centro? ci mancano supermercati? necessitiamo di nuovo traffico veicolare in una arteria sottoutilizzata? Insomma, non mi dilungo nel raccontarvi perchè quel "NON LUOGO" non andrebbe fatto lì e soprattutto non così. Vale però la pena spendere un minuto per raccontarvi le dinamiche:
L'amministrazione lavora a questo progetto da tanto, tanto tempo... così tanto da ever già chiesto modifiche , trattato contropartite , eppure in Commissione devono bastare un paio di ore per dare pareri a tutto ciò che comporta un progetto del genere, anche in termini di visione e prospettiva urbanistica (...tanto non ne terrà conto nessuno). Insomma il Consiglio voterà una variante al piano regolatore per questo ettaro di città che diventa di fatto periferia , e ci deve andar bene così, perchè già sappiamo che la maggioranza se lo farà andar bene.
Quando la destra ha deciso di lasciare il suo "segno" ha fatto un teatro (con tutti i difetti che sappiamo), oggi il PD lascia il suo segno ed è un DISCOUNT in centro, come cambiano i tempi. E quando i nipotini dei giovani Consiglieri PD , un giorno passeranno da quel "non luogo" (in macchina naturalmente perchè di piste ciclabili non c'è nemmeno l'ombra) si chiederanno: ma cosa cavolo avevano nel cervello gli amministratori di quarant'anni fa?

Niente di nuovo comunque, continuano a mancare 2 VOTI per mandare a casa questa dannosa amministrazione e continuo ad essere io il problema di Verbania, io che sono così cattivo...
Così cattivo da raccontare verità scomode, tipo che nemmeno più la parola di un Presidente del Consiglio vale qualcosa.. Ormai non servono altre conferme, la Presidenza non convocherà il Consiglio senza punti di giunta come si era impegnata a fare, allora il Consigliere Ferrari (ex maggioranza), per avere certezza istituzionale di ciò ha scritto alla Presidenza del Consiglio:

Buongiorno

Gira voce che, nonostante gli impegni assunti in capigruppo,
nonostante i soldi per il pagamento
dei gettoni di presenza mancanti siano stati messi in bilancio,
sussista il rischio che neppure il 12 o il 13 ci possa essere l'agoniato
Consiglio Comunale dedicato alla discussione di oltre un anno di arretrati.
Spero che non sia così.
C'è stato un tempo in cui gli uomini, anche a volte avversari politici ,
avevavo una parola sola.
Vedo ragazzini, che si gongolano in posizioni per loro di prestigio,
che la parola la danno, la tolgono, la rigirano e la reinterpretano
con disinvoltura dialettica e faccia di bronzo e sono perplesso.

Auspico che gli uomini siano meno disinvolti.


Chiudo questo tristissimo post con qualche domanda retorica, fondamentale ma retorica: Perchè mortificare così la politica, il dialogo, le prospettive per la città? perchè accettare passivamente che siano gli umori e non il ragionamento a guidare le azioni della politica verbanese di oggi? Quale vantaggio porta ai singoli e alla città la mortificazione delle istituzioni e la sudditanza dei singoli alle decisioni dei partiti? Perchè nella maggioranza non si parla più di ideali, di lungo periodo, di futuro cittadino? perchè una variante al PRG anzichè una progettazione del PRG? Qual è il collante che vi tiene insieme per fare certi disastri ? quando ci presenterete il prossimo (EDEN? ACETATI? VILLA POSS?)?

...e pensare che basterebbe che altri 2 di voi si mettessero una mano sulla coscienza e a primavera avremmo un Sindaco nuovo e capace, ma soprattutto , uno democratico di fatto e non di nome.


Qual è la verità? Presidente Varini vogliamo continuare davvero così?

Se non le vivessi personalmente queste continue prese in giro, queste bugie , non ci crederei... eppure è così. Nessun rispetto per ruoli e istituzioni, nessun rispetto per le persone, eppure riescono sempre a passare per vittime.

Immagine 1
Il 22 Novembre, in conferenza Capigruppo, ci informano delle date dei prossimi Consigli Comunali (N.B. CI INFORMANO, e non vengono decisi). Tutto condito con la solita retorica del "facciamo uno sforzo", "cambiamo il clima" ecc. ecc.

Prima osservazione: Ma Presidente, non dovremmo deciderle come Capigruppo le date dei Consigli Comunali?
Prima risposta: ho fatto i salti mortali per riuscire a trovare le date del 30/11 e del 5/12 (non è esattamente la risposta che aspettavamo ma ne prendiamo atto)

Seconda osservazione: Presidente ci chiedete di fare 2 consigli ravvicinati più altro entro Natale e non vi è alcuna possibilità di smaltire Mozioni e ODG arretrati da quasi 2 anni!
Seconda risposta: -siete voi delle minoranze che non vi mettete d'accordo su una data!
- (minoranze)Vuole dire che se troviamo una data su cui le minoranze sono d'accordo per trattare i temi arretrati, la maggioranza è disposta a concedere un Consiglio Comunale senza punti di giunta?
-Ma certamente , proponete un paio di alternative e la maggioranza si impegna a venirvi incontro (tentativo tardivo ma ben accetto di essere superpartes?!)
- (minoranze , rapido consulto) ... Presidente, chiediamo un Consiglio senza punti di giunta il 12 o il 13 Dicembre...
- Va bene, potrebbero però esserci problemi di bilancio perchè sul 2016 sono stati spesi tutti i soldi per il capitolo Consigli Comunali...
- (minoranze) con tutti i soldi che questa Amministrazione ha speso in modo assolutamente opinabile, considerando che dobbiamo approvare l'ennesima variazione di bilancio e comunque disponibili anche a fare un Consiglio senza gettone, crediamo che una soluzione sia alla portata di questa maggioranza...
- va bene, Tartari riporterà alla maggioranza l'opzione di scelta di un consiglio da scegliere tra il 12 e il 13 Dicembre.

28 Novembre , Commissione Finanze, domanda all'Assessore: cosa è stato deciso per i fondi necessari per il Consiglio Comunale che dovrebbe essere convocato il 12 o 13?
Assessore Vallone: sono a conoscenza della questione e nella variazione abbiamo messo i 1000 euro che servono, quindi nessun problema.

Ieri, Commissione Lavori Pubblici, uscendo chiedo a Tartari: allora avete scelto il 12 o il 13 per il Consiglio senza punti di Giunta?
Tartari: ma in verità noi (PD) non possiamo e poi non ci sono i soldi per fare il Consiglio...

Ecco, Presidente Varini, lei accetta questa situazione? certo, lei è organico al PD, come possiamo pensare che davvero metta la correttezza e gli impegni che prende come Presidente davanti le direttive di partito? Lei che quando vuole fa parlare il SUO capogruppo senza titolo e mi raccomando solo lui. Come possiamo pretendere che faccia presiedere un Consiglio a un suo Vice, magari di minoranza, meglio iniziare tardi e non fare le interpellanze. Come possiamo pretendere che dei prossimi 3 consiglio comunali (il 30/11, il 5/12 e il 16/12) uno venga dedicato alle istanze della minoranza (NB quello del 16/12 lo ha detto Tartari non è passato dalla Capigruppo).

Insomma, sarebbe un grande piacere dover chiedere scusa, verificare che il Presidente per una volta punta i piedi e fa rispettare dalla maggioranza ciò che è stato deciso in capigruppo, prendere atto che il presente post è tutto sbagliato, che alla fine quanto deciso insieme è quanto il Presidente ha perseguito... Ma temo che ancora una volta verificheremo che anche questa Presidenza è di parte.
Che tristezza, che brutta politica. Varini, ma chi te lo fa fare?

PD: eletti, elettori e democrazia verbanese, grazie Zappa d'averci spiegato

Sono giorni che chiedo che qualcuno nel PD mi dica perchè Marchionini è un buon Sindaco viste le mie tante argomentazioni che sostengono il contrario. Si riconosca almeno che "Verbania Protagonista" prova a spiegarlo (senza riuscirci), il PD invece riesce solo a dire che va tutto bene così e che nel suo concetto di DEMOCRAZIA è escluso il confronto (almeno con me e con chi rappresento) , ce lo conferma a chiare lettere il Consigliere Zappa.

Immagine 1
Ancora una volta , un post che è una lettera aperta al PD e ancora una volta ho la certezza che nessuno darà una risposta di merito, ma come ho risposto al Consigliere Zappa (le sue affermazioni nel post di copertina) : " Spiace vedere che tu come gli altri temi il confronto, sia per ragioni di merito che di pregiudizio, ma facendo politica da un po', non temo le vostre paure e parlo a voi per dovere di ruolo, sapendo che la città ascolta , e questo è molto più importante che il semplice dialogare con sordi... " . Ovviamente restando nel merito dell'accusa rivoltami da Zappa, ovvero il fatto che non avrei avuto titolo per fare questo post sul tema della nuova LIDL nel quale mi ponevo alcune domande di natura squisitamente politica, tipo: ma una discussione approfondita sul commercio (piccolo e grande)?, una analisi più profonda di natura sociale (tutti sti supermercati e così vicini)? Quale idea di città ha la politica per il futuro? Quali ripercussioni avranno queste scelte nel lungo periodo? come si è formata questa idea? chi la condivide? Visto che ero assente in Commissione Venerdi, nella mia risposta dicevo anche: "...Siccome è politica, non fatto personale, ti informo che ieri il nostro gruppo politico c'era, quindi parlo con cognizione..."

Tutto questo per dire cosa e a chi?

Credo da sempre che la politica sia innanzitutto assunzione di responsabilità, un programma in cui si parla di trasparenza e condivisione ( cito testualmente a pg 2 del programma di Marchionini: " L'imperativo è la costruzione di una comunità unita: “fare insieme” ") e che prescinde dal confronto con le altre forze politiche (non importa se di dx o sx) , prescinde dai lavori istituzionali nelle Commissioni, quale "responsabilità" vorrebbe comunicare? quale "unione" vorrebbe rappresentare?

Ormai è chiaro che al PD stia bene così, Zappa ce lo spiega molto bene, ed è l'unico che ha il coraggio di dire pubblicamente ciò che altri dicono solo privatamente: "non ci interessa il confronto".
Se il tema è:" non ci interessa il confronto perchè siamo stati eletti solo per stare al potere", è una risposta che ritengo raccapricciante ma legittima; se la risposta è:" non ci interessa il confronto perchè il partito non vuole che ci si confronti (per le più svariate ragioni, principale delle quali è che se insinuo il dubbio nelle truppe nessuno alza più la manina quando "deve")" è altra cosa, e su questa cosa la responsabilità individuale è ancora più pesante.

Ma pensate solo alle grosse partite che si stanno per aprire e quindi alla quantità enorme di soldi che stanno per essere spesi:
partendo dall'esempio LIDL che ha visto una decisione così importante presa dalla sola Giunta che ha lavorato per mesi tenendo tutti all'oscuro e facendoci trovare tutto fatto e deciso. Se succedesse la stessa cosa per la zona EDEN e ci trovassimo una bella colata di cemento già decisa? Se succedesse cosa analoga per Villa Poss o Colonia Motta? Se la Giunta escludesse da ogni percorso (che non fosse per le pure formalità come avviene oggi) decisionale la città anche per l'area Acetati (qualcosa si muove ma ignoro cosa)? Se arrivassero i soldi dei risarcimenti ENICHEM e la Giunta decidesse senza alcuna partecipazione reale per il loro utilizzo?
La nuova LIDL è solo l'ultimo esempio, dopo i parcheggi costosissimi progettati in piazza mercato, di come la politica sia assente in città, di come il PD abbia scelto di assecondare la giunta a prescindere.

La responsabilità che hanno sulle spalle i Consiglieri Comunali del PD è certamente gravosa, sono certo che in buona parte siano in totale buona fede, molti delegano alle fasi di confronto e pensano legittimamente che se il partito evita il confronto ha buone ragioni per farlo. Molti pensano di adempiere alle loro responsabilità seguendo la linea del partito e magari provando a manifestare il loro dissenso (quando esiste) , nelle sedi di partito. Temo però che oggi partito ed elettori abbiano obiettivi diversi: gli elettori forse sarebbero interessati a una città come quella descritta nel punto sopra citato dal programma di Marchionini: "una comunità unita", per fare ciò un confronto di merito, faticoso magari, ma approfondito andrebbe fatto; il partito è probabilmente più interessato al potere e quindi ha una posizione perfettamente in linea con quella espressa dal Consigliere Zappa.
Sta di fatto che molte delle ragioni per cui Marchionini dovrebbe essere mandata a casa sono in questo post, basta seguire i link, e se poi si vuole essere fedeli al partito più che alle ragioni della sinistra o anche solo al programma elettorale , varrà ciò che ho scritto un paio di giorni fa: "sono certo che quando il PD renziano si alleerà con FI e Marchionini sarà lì in prima fila, quelli che oggi si professano di sinistra e malgrado ciò fedeli al PD verranno da me a dirmi che era colpa mia, che sbagliavo i modi... "

Quel giorno io almento potrò dire con serenità di averci provato, loro che scusa avranno? (e dire che aveva già detto tutto Tradigo nelle sue dimissioni 3 mesi dopo l'elezione)
Ultimi commenti
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti