Il blog con il giornale dentro

strada

Inserisci quello che vuoi cercare
strada - nei post

Nostra signora dei supermercati, ma quando finisce il tuo mandato? - 25 Febbraio 2022 - 18:08

Già, Marchionini verrà ricordata per la "Dormellettizzazione" del territorio verbanese. Avete presente Dormelletto, vero? Una schifezza dopo l'altra. Ma gli scienziati della politica la promuoveranno in Regione, tanto abituati a Preioni, molto peggio non potrà essere...

La politica si scalda solo sui "feticci" - 17 Dicembre 2021 - 09:18

Il dibattito verbanese è diventato davvero Gino strada Vs Luigi Cadorna?

riceviamo e pubblichiamo - 21 Ottobre 2021 - 08:50

Ancora una riflessione sulla "Rustica", la meravigliosa spiaggia pubblica Verbanese "sotto attacco". Da una amministrazione che trasforma terreni agricoli in edificabili in periodi come questi, non mi aspetto più nulla, ormai pubblico per inerzia, per poter dire un giorno: "io ho fatto il possibile", almeno questo non è colpa mia...

L'assessore permaloso e la solita notizia - 20 Agosto 2021 - 14:48

Dal 2017 (almeno) continuano gli annunci sulla "fibra a Verbania". Nel 2020 arriva finalmente alle scuole Quasimodo, e oggi (Agosto 2021) esce un articolo (ancora una volta) autocelebrativo, in cui ci dicono "quanto sono bravi"... E' fin penoso leggere che, a lungolago fatto, pensano di "sistemarlo per i disabili", che continuino a propinare le stesse notizie, ma qualcosa tipo progetti per il futuro? Magari condivisi?

Riceviamo e pubblichiamo una riflessione sul turismo (con la T maiuscola?!) - 19 Luglio 2021 - 15:54

quando ho letto la mail che ora leggerete anche voi, ho interrotto il mio lavoro e ho iniziato a rispolverare i miei vecchi "cavalli di battaglia". La sintesi in queste due righe se non avete tempo e voglia di leggere tutto: credo che il Lago Maggiore abbia molto più da offrire a un turista del Lago di Garda, ma la nostra classe politica è fatta di gente senza visione, senza professione e senza coraggio, quindi non sceglie!
strada - nei commenti

Parcheggi e la stupidità di certa politica (e certi elettori) - 9 Gennaio 2020 - 09:17

opere pbbliche
Attendo da anni il completamento del bellissimo tratto di pista ciclabile che da Pallanza arriva quasi a Intra, ma che al momento si ferma alla biblioteca. Manca poco per completarla e permettere a pedoni e bici di raggiungere Intra dal Teatro Maggiore in modo confortevole. In effetti però hai ragione tu, dopo aver attraversato il San Bernardino la ciclabile finirebbe in un enorme e deprimente posteggio. Continuo a pensare che con i soldi del posteggio di piazza mercato, si potrebbero costruire delle bellissime ciclabili e sistemare tutti i sentieri del Monterosso, opere che attirerebbero senz'altro più turisti o gradevole la vita dei verbanesi che non il nuovo posteggio. In Liguria c'è una ciclabile lunga 24 km che da Sanremo arriva a San Lorenzo e che anche d'inverno è frequentatissima. Vi sono 4 noleggi bici e numerosi punti ristoro. La caratteristica principale e che la carreggiata per le auto rimane separata dalla ciclabile / pedonale da una barriera verde. Chi percorre la ciclabile non si sente su una strada. Hanno saputo sfruttare il loro territorio in modo appropriato, cosa che per esempio non è stata capace di fare Imperia .......

Una Giunta di male in peggio - 16 Settembre 2017 - 11:44

la piana di Fondotoce
Ogni volta che arrivo a Fondotoce e guardo con tristezza infinita verso il campeggio, penso a quanto in passato è stato fatto per salvaguardare quella zona. Ce l'aveva segnalata il dottor Grimaldi, direttore dell'Istituto Idrobiologico, indicando nel campeggio un pericolo per la zona umida più importante del lago, da salvaguardare con ogni mezzo. Si rivolgeva al Consiglio del Museo, che essendo del "Paesaggio", aveva il compito di tutela con i mezzi a sua disposizione. Il Consiglio deliberò subito per una mostra fotografica dettagliatissima, con materiale forniito dall'istituto stesso, e si cominciò a sensibilizzare, informandola la popolazione. Poi cominciarono le sopraelevazioni della penisoletta, dapprima con bassi muretti, via via più elevati. Intervenne la Soprintendenza che per un po' riuscì a bloccare i lavori. Passò qualche tempo, il pericolo si ripropose e la mia classe, partecipando a un concorso regionale, fece una ricerca approfondita sulla zona alla quale allegò una raccolta firme fra tutti gli studenti delle scuole di Verbania per chiederne la definitiva protezione. Ci fu una partecipazione corale; firmarono moltissime classi con tutti i loro insegnanti e molti aggiungevano anche le firme dei genitori, e quando la Regione istituì la Riserva Naturale Speciale del fondo Toce o di Fondotoce, il distretto scolastico 55 (quello di Verbania) fu inserito tra i fondatori. Così protetta, pensavamo che ormai la zona fosse salva da ogni altra speculazione, ma passato qualche anno ci si accorse che ricominciavano a fervere lavori che divenivano via via più invasivi con imponenti movimenti di terra, con l'apertura di un'ampia strada, con la costruzione anche di manfatti in cemento (!!) in un luogo che ora sarebbe dovuto essere tutelatissimo e che ormai era compito delle autorità proteggere. Ma iniziarono condoni edilizi reiterati e probabilmente oggi tutto sarà perfettamente in regola. Comunque da Fondotoce si vedeva benissimo che in mezzo al canneto, là dove non sarebbe dovuto esserci che natura protetta di una bellezza particolare, era sorto un altro villaggio, quasi una nuova frazione della Città. Quando si cominciò a parlarne, si ottenne un risultato sorprendente: in mezzo al canneto, tra il campeggio e l'argine del canale fu piantata una lunga fila probabilmente di salici che ben presto cresciuti, ora costituiscono una verde barriera che copre perfettamante la visione del campeggio, forse un pietoso tentativo di nascondimento, che tuttavia senza rimediare a nulla,ha il torto di aver più o meno dimezzato, interrompendola, la visione d'insieme del canneto. E ogni volta che supero il paese e guardo la bellezza del grande terreno con i suoi caratteristici silos che ancora ne sottolineano la vocazione agricola, così arioso, così bello, così rasserenante, penso con orrore che da troppo tempo si tenta di riempirlo con progetti che al momento vengono fatti passare per interventi di intelligente, moderno, doveroso, meritevole progresso, salvo piangere poi sulla devastazione della bellezza del paesaggio italiano quando i giochi sono fatti.

Il "capolavoro" di Marchionini: spaccare il PD per niente... - 21 Giugno 2017 - 14:40

precisazione
Un paio di precisazioni: - via delle ginestre è una modesta stradina non di 120 mt, ma di quasi il doppio della lunghezza; - non è una via senza uscita, ma si ricollega alla via per Cossogno (è infatti la vecchia via che portava a Unchio); - gran parte dei residenti sono d'accordo con gli espropri, perché ritengono che sia necessario un allargamento della strada; ...per il resto le controversie politiche non mi interessano, anzi mi infastidiscono, ma quelli che parlano dovrebbero quantomeno prima assicurarsi di sapere di cosa stanno parlando.

Il "capolavoro" di Marchionini: spaccare il PD per niente... - 21 Giugno 2017 - 00:13

Amareggiata e delusa...
Certo che queste considerazioni sono tragicomiche se proveniente da un sindaco che dovrebbe realizzare le esigenze dei cittadini e non i propri. Via delle ginestre è una modesta stradina di 120 mt, senza uscita. Necessita di sistemazione ma certamente non di giustifica una autostrada, con tanto di marciapiede. Per sistemare detta strada basta un decimo della somma stanziata. Ridicolo poi è pretendere di realizzare una strada di cotali dimensioni, danneggiando gran parte dei residenti, che avrebbero dovuto subire un esproprio. Nello stesso tempo la strada principale, via per cossogno, strada di grande percorrenza, si trova in condizioni precarie, piena di buchi e senza marciapiede, nonostante sia percorsa da parecchi pedoni. Vedremo se qualcuno ora si interesserà anche di tale via, anche se non vi sono terreni da edificare?

MaTartari ci fa o ci é? - 12 Febbraio 2017 - 09:13

fare il "botto"
Chi non ha la possibilità o la voglia di leggere questo blog non ha la ben che minima idea di cosa stia succedendo a "palazzo"e lo constato girando per strada e ascoltando i miei concittadini che tutto sommato, danno un giudizio "leggero" sull'operato di questa giunta, forse perchè hanno ben in mente la precedente (corvo),invece la situazione è davvero "grottesca" e non lascia prevedere niente di buono per la nostra comunità servono azioni eclatanti per porre la parola fine a questa tragedia perchè caro Brignone se ti riduci solo ad elencare i tuoi emendamenti fai il loro gioco
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti