Il blog con il giornale dentro

perch

Inserisci quello che vuoi cercare
perch - nei post

Ricorsi e concorsi - 14 Maggio 2024 - 13:39

Vi ricordate che avevo fatto una previsione per un altro concorso? Sapete come è finita?

Le ipocrisie e i silenzi dei candidati, come cambiare? - 14 Maggio 2024 - 11:15

Certo, nessun candidato è immune da critiche, e nessuno è perfetto. Come migliorare sui temi che ci stanno più a cuore? sostenendo la lista che sostiene il candidato a noi più vicino e che più di altri, se ne avrà la forza numerica, saprà condizionare l'agire amministrativo nel senso positivo che si auspica. Nello specifico una "nuova" riflessione sui prati in plastica che continuano a caratterizzare l'agire di questa amministrazione (finalmente in scadenza).

Se fossi candidato, questo post non l'avrei potuto scrivere... - 28 Aprile 2024 - 15:56

Nulla di speciale, solo questioni di "opportunità", oggi una volta di più sono contento di avere colto l'invito e l'opportunità di dare un esempio che credo positivo, quello di fare un passo di lato, pare però che in pochi (forse nessuno) abbia fatto la stessa cosa, e quindi continuo a raccontarvi le pochezze di una politica locale che perpetua se stessa, ma sempre con la speranza che tutto possa cambiare.

Facciamo le squadre? verranno fuori un po' di verità nascoste sotto il tappeto? - 15 Aprile 2024 - 14:02

Sembra che nel centrosinistra verbanese ci sia una discriminante: la Segretaria Comunale! Pare che tutti quelli che hanno votato ogni provvedimento volto a mettere in un angolo chi non si è piegato alle logiche del "vince chi dico io" , stiano facendo fronte comune contro il nuovo corso del PD che sta prendendo decisioni decisamente di apertura alla condivisione, e questo malgrado il "boicottaggio" tentato a più riprese e da più fronti contro Brezza.

Alla fine, c'è solo bisogno di buoni esempi in politica, io ci provo: faccio spazio ... - 5 Aprile 2024 - 20:46

Vi spiego perchè ritengo che una stagione sia finita e il mio contributo a una Verbania diversa e auspicabilmente migliore e più condivisa, non necessita (e in fondo non ha mai necessitato) della mia presenza attiva in Consiglio Comunale. Non smetterò di dire la mia e di essere megafono di cose che devono essere conosciute, nella speranza che sia sempre meno necessario che io lo faccia e con la consapevolezza che l'averlo fatto è stato molto utile.
perch - nei commenti

PARERE E’ UN PO’ PARARE - 12 Gennaio 2024 - 10:51

Non si dovrebbe trattare di soldi pubblici.....
Non voglio in nessun modo fare l'avvocato del diavolo (visto che siamo in tema) ma forse il bravo Renato, che apprezzo sempre per i suoi interventi, dovrebbe chiarire di che somme stiamo parlando. Dicendo - E, a proposito di soldi pubblici.......- sembra che questi soldi li debba tirare fuori il Comune (cioè noi cittadini) il che sarebbe veramente disdicevole. Ragionando, però, potrebbe trattarsi delle somme che, in sede giudiziale, l'avvocato comunale ha recuperato (ovvero la vittoria nelle spese di lite, che il giudice assegna nella sentenza). Se si trattasse di questo la questione non sarebbe più rilevante dal punto di vista politico perchè tali somme entrano nel bilancio del comune ma NON sono soldi pubblici bensì versate dalla controparte per ordine del giudice. Resterebbe una questione giuridico/amministrativa alla quale, personalmente, non darei rilevanza. Relativamente al parere chiesto ad una terza parte direi pure io che sono soldi gettati nelle ortiche. Se già si è espressa la Corte dei Conti se la contendano l'interessato e la PA (ma non la politica). Per cortesia, Brignone, se ne è al corrente, chiarisca questo aspetto. Grazie Annes

Bugie e silenzi... ecco qualche data. - 3 Marzo 2020 - 09:00

grazie Livio
Farò una citazione che piacerà certamente a tutti i politici citati nel pezzo , soprattutto a quelli che vorrebbero rispondermi (e ci sono), ma non hanno quelle che noi "umani" chiamiamo "le palle"... e te la dedico perché so che almeno tu la capirai appieno: Chi vive veramente non può non essere cittadino, e parteggiare. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Antonio Gramsci

Breve storia triste - 23 Novembre 2018 - 09:18

solidarietà?
caro Renato, se è vero quello che scrivi, e non ne dubito, siamo alla follia,sono quasi 5 anni che ti trattano come un appestato,forse perchè sei fuori dal coro e hai la schiena dritta, cosa rara di questi tempi..è mai possibile essere trattati in questo modo con il silenzio assordante di chi sta a cuore la democrazia sono davvero tutti in sudditanza psicologica della sindaca?..nemmeno un pigolio in tua difesa ,non dico dai piddini che ben sappiamo come sono messi in consiglio comunale, ma neanche da quelli della cosiddetta opposizione ? roba da magistratura..

Albertini chi? - 21 Febbraio 2018 - 12:09

CHI ? Albertini & C.
Per quanto ne so io, Borghi mi è stato rappresentato come un arrampicatore sociale che durante il suo mandato non l'ha sentito nessuno ne si è fatto sentire;; l'avv. Cristina: una nullità politica tant'è che ora Forza Italia sembra una "accozzaglia" di nullafacenti ; la Albertini, che sia una meteora del firmamento politico, potrebbe anche darsi però, deve essere senza luce perchè nessuno l'ha scoperta prima.. Attenzione al lupo !!! Vi saluto Giuseppe Federici

Centraline idroelettriche, ambiente come "gioco" e zero coinvolgimento - 28 Dicembre 2017 - 10:57

Piana del Toce
Approvo completamente Tiziano e condivido le sue preoccupazioni: a piano regolatore, l'area di progetto è un'area agricola, il fiume l'ha temporaneamente lasciata ma se la può riprendere facilmente in modo violento. Anche il Tecnoparco è stato costruito in condizioni simili: i progettisti hanno pensato che rialzando il piano di campagna di un metro si fosse al sicuro, ma dati i continui allagamenti così non è stato. Ora l'Autorità d'Ambito del Fiume Po per proteggerlo dalle esondazioni del Fiume Toce ha progettato, finanziato (con soldi pubblici) ed appaltato la realizzazione di un lungo argine che attraversa la Piana, opera non ancora realizzata. L'opera non sarà in ogni caso in grado di evitare gli allagamenti perchè quando il livello del Rio Stronetta si alza, le condutture di smaltimento delle acque meteoriche raccolte nella piana non scaricano più e l'acqua si accumula nei piazzali, nelle strade e al pian terreno dei capannoni presenti: Il livello attuale del piano stradale è troppo basso. I danni prodotti dagli allagamenti periodici sono stati ad oggi minimi, se confrontati con quelli che potrebbe arrecare il Toce in piena che esonda nella piana. Italo
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti