Il blog con il giornale dentro

2 mesi

Inserisci quello che vuoi cercare
2 mesi - nei post

ATTENZIONE, Se metterci la faccia è un valore, prendere per i fondelli i cittadini certamente no. - 21 Settembre 2020 - 08:34

Da Scalfi che dice di metterci la faccia (ma i fatti provano che ci ha presi in giro) , al disastro annunciato a fondotoce che verrà discusso in commissione urbanistica Giovedì 24, ai terreni agricoli che diventano edificabili... e lì si infrangerà tutta la retorica ambientalista del buon Brezza che ringraziava i ragazzi del "Fridays for future"?

Quando parlerete di rilancio turistico, ricordatevi che non ci sono solo alberghi e campeggi - 28 Aprile 2020 - 15:52

L'innovazione che non c'è, le risposte che non ci sono, la "visione" che manca o manca il coraggio per ragionare di una "visione"? A cosa si è ridotta la politica? al semplice "odio social"? Al solo ascolto di "utili portatori di interessi"? Al pensare semplicemente nel "breve periodo"?

Facciamo i nomi, visto che va "di moda": Scalfi, Brezza, Margaroli, De Ambrogi, Reschigna e Borghi - 21 Aprile 2020 - 12:11

Ho il sospetto che il coraggio che è mancato in questi ultimi anni inizi timidamente a fare capolino, ma non nelle persone che hanno responsabilità, in chi non avendola si può permettere dissertazioni più o meno dotte , più o meno concrete sul futuro. Siccome dove sta oggi il potere a Verbania si sa, vogliamo provare ad essere meno vaghi e più concreti? (ovviamente no, ma almeno smetterla con l'ipocrisia?)

Bugie e silenzi... ecco qualche data. - 2 Marzo 2020 - 08:52

Metterò in fila , a memoria, un po' di risposte, un po' di bugie e un po' di silenzi, che definiscono il modello amministrativo del nostro Consiglio Comunale, abbiate pazienza, ho del tempo libero e mi piace la politica per questo la vorrei seria e diversa, comunque , in ogni caso, la politica è confronto e quando le sollecitazioni vengono "rimbalzate" non c'è confronto quindi non c'è ne crescita ne politica.

Anche a Verbania non conviene essere onesti - 29 Gennaio 2020 - 10:31

Vi spiego rapidamente come un eccesso di burocrazia e le tasse inique siano un danno per tutti e evidenzino una classe amministrativa incapace di gestire il cambiamento e soprattutto incapace di cogliere le enormi potenzialità di un cambiamento possibile. Qual è il confine tra uno speculatore e uno che "sbarca il lunario". Se un amministratore non si fa questa domanda si trovi un lavoro vero!
2 mesi - nei commenti

Se il PD si vergogna d'essere di sinistra tace... e sui migranti è un silenzio pesante - 22 Novembre 2016 - 09:51

la scusa non regge 2
certo che bisogna avere dignità e capacità di manifestare concretamente ciò che dicono nelle segrete stanze. Infatti, un commissario per pochi mesi non può fare nulla (vedi Cossogno quando la zarina aveva dato le dimissioni) ma solo reggere il comune fino a nuove elezioni. Francamente io penso e come me migliaia di persone, è meglio un commissario che un sindaco che fa solo danni e procura danni erariali a gò gò.

C'è da far chiarezza - 30 Agosto 2014 - 16:24

dubbi e perplessità
questa è una faccenda degna di una spy story bella e buona. Ed ora provo a tesserne un pochino la trama: 1) la onlus non pare sia stata campione di legalità, legittimità e piena trasparenza però l'altissimo numero dei suoi volontari se non altro dimostra la buona fede della maggioranza dell'associazione e l'enorme impegno affinché le cose per lo meno non peggiorassero. In giro per la città (bevendo molti caffè) più e più volte ho sentito la voce di oscuri personaggi che ripetutamente hanno lucrato sui servizi del canile, operando nei recuperi in "privato", intascando somme senza regolare fattura (e poi senza dichiarare alla onlus) o intascando direttamente donazioi che si scioglievano come neve al sole non passando per alcuna cassa (qualcuno vociferava di ammanchi superiori ai 25.000 €), messo a tacere per evitare in primis enormi imbarazzi (ai vari politici messi ai vertici della onlus) e poi pericolosi risvolti per il mancato controllo da parte dei vertici organizzativi. Si è sentito che i dipendenti fossero tardamente pagati (fino a 3 mesi) e che i loro TFR fossero spariti per coprire i buchi. 2) la Società che è stata presentata come vincitrice e da tale pretende di essere considerata, sembra sempre più lapalissianamente priva di requisiti formali per poter partecipare alla gara, quindi ai più appare come un affidamento inesistente e quindi da non dare ed ora più che mai da ritirare con estrema solerzia. In parte capisco la non operosità nei confronti di opere alle strutture da parte di un soggetto che potrebbe vedersi ritirare il prezioso "giochino" da un momento all'altro però non si può giustificare tuttu questo a scapito dei dipendenti (che si ammazzano di fatica nel vero senso della parola) e degli ospiti canini. 3) La parte dell'ente pubblico (e qui si scoprono le note più dolenti). Un coacervo di pressapochismo di superficialità e magari incompetenza (fin qui le parti più attenuate) poi magari anche connivenze e tornaconti (e sarebbe la prima volta in un ente pubblico italiano) o favori obbligati per chissà quali motivi. tutto non depone a favore dei primi passi del sindaco, mosso da bellissimo ardore di sana e proficua pulizia, peccato che sembra più rivolta a dirigenti forse meno colpevoli di servizi di questo genere...... forse la politica farebbe meglio a mirare verso vere colpe che a perpetrare vendette politiche.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti