Il blog con il giornale dentro

Chi deve dire all'opposizione casa fare?

Era inizialmente sfuggito il pezzo che ora trova risposta quì sotto... ci scusiamo per il ritardo.

Chi deve dire all'opposizione casa fare?
Immagine 1
In risposta all'articolo nell'immagine quì sopra, ecco qualche considerazione espresse in un comunicato stampa di "Cittadini con Voi" e "Sinistra e Ambiente":

Ci lasciano esterrefatti le esternazioni della Presidente della Commissione Ambiente Laura Sau pubblicate su Eco Risveglio del 3.9.
Al di là dei contenuti specifici su cui ci sarebbe molto da ridire, riteniamo che la suddetta Presidente dovrebbe approfondire un attimo e capire qual è il ruolo istituzionale di cui è stata pro tempore investita.
Essere Presidente di una Commissione significa ricoprire un ruolo indipendente e di garanzia per tutte le espressioni, tanto della maggioranza quanto della minoranza.
Questo non le permette quindi di denigrare le opposizioni travisando strumentalmente le posizioni altrui ed indicando in quali incontri devono o meno essere presenti i consiglieri.
Se la consigliera SAU intende continuare con queste sue esternazioni e atteggiamenti, dia le dimissioni da Presidente della Commissione Ambiente.
Se invece pensa, come anche noi pensiamo, che ci siano gravi e pressanti problemi ambientali da affrontare, faccia le giuste pressioni sulla Giunta e convochi la Commissione su questi temi.
Non ce ne voglia la Presidente Sau, ci rendiamo conto che in un paese e in un comune in cui il concetto di democrazia è stato sostituito da quelli di governabilità e decisionismo, in cui i concetti di partecipazione, discussione e diversità di opinione vengono apostrofati come “gufismo”, “difesa di privilegi”, “ostruzionismo” e dove il concetto di collaborazione diventa “non disturbare il manovratore”, forse può sfuggire il senso del ruolo istituzionale che si riveste.



2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di pino arpaia opposichè?
pino arpaia
12 Settembre 2014 - 09:12
 
Le signore della maggioranza hanno assolutamente ragione. Dovete mettere in campo la massima collaborazione e fare critica costruttiva, o meglio, nessuna critica ma amichevoli e bonari suggerimenti. Questo, come è noto, è il ruolo dell'opposizione. Dunque, a proposito di priorità, quando vedi le due lady, segnala per favore queste due importantissime emergenze: a Sant'Anna c'è (anche mentre scrivo) un inquinamento acustico da agenti di pubblici servizi (giardinieri e spazzini) degno di una metropoli, e Via Guido Rossa ha il primato europeo delle buche per metro (a breve avrai un servizio filmato). Invece, provare per credere, l'acqua che esce dai miei rubinetti (Via Guido Rossa 28) è talmente buona che quando faccio la doccia quasi mi sento in colpa.
Vedi il profilo di Associazione amici degli animali onlus commissione ambiente
Associazione amici degli animali onlus
12 Settembre 2014 - 09:51
 
Nella mia qualità di Presidente dell'Ass. Amici degli Animali onlus non posso esimermi da formulare alcune puntualizzazioni.
Fermo restando che condivido quanto scritto in merito alla funzione istituzionale del Pres. della Commissione Ambiente, la quale dovrebbe garantire una posizione imparziale, anziché difendere a spada tratta l'operato del Comune.
Nell'articolo in questione, rilevo rilevare assoluta parziarietà del cons. Sau, in quanto, asserisce di aver ricevuto dalla soc. Adigest comunicazioni per smentire quanto emerso durante la commissione dell'11.8.2014=
A prescindere dal fatto che la stessa non era presente in tale contesto, non posso non rilevare che nella specie la presidente non ha ritenuto di assumere informazioni o contattare l'Associazione, facendo proprie delle affermazioni del tutto inveritiere.
Analogamente ha riportato delle affermazioni rilasciate da "fuorisciti dall'Associazione in merito ad atteggiamenti integralisti della vecchia gestione nei confronti della nuova"
Mi avrebbe fatto piacere avere delucidazioni in merito o magari essere consultata, in quanto non mi risultano persone fuoriuscite.Questa è sempre presente nel canile -e per fortuna - per garantire un minimo benessere ai cani, in quanto la Adigest brilla per assenza e per inadempienze.L'associazione,nell'ottica della convenzione stipulata il 1.7.14,ha il diritto/dovere di vigilare e segnalare tutto ciò che avviene nel canile, compreso il fatto che le manutenzioni e la deratizzazione non sono state fatte, l'erba non è stata sfalciata etc.Per non parlare dello stipendio dei dipendenti, i quali hanno percepito quello di luglio in data 29.8.2014 e quello di agosto ad oggi non ancora.Se questo è un atteggiamento integralista, ben venga, perché l'associazione deve controllare ed ha come fine esclusivo quello di garantire la salute ed il benessere dei cani.Non mi pare poi degno di nota quanto riferito in merito al TFR dei dipendenti.Mi pare che il Comune debba preoccuparsi degli stipendi e non del TFR che si sa può essere versato in modo rateale.
In merito ai cani di privati, mi pare che ci trovi di fronte ad un muro e mi spiace che colei che dovrebbe rappresentare una commissione a tutela ambiente si faccia coinvolgere da argomenti pretestuosi.Se solo avesse esaminato gli atti ben avrebbe evitato l'argomento.Si ribadisce, per l'ennesima volta, che nel canile NON vi sono cani di privati. I cani che sono ospiti sono tutti entrati in virtù di quanto stabilito con le delibere Reschigna Aldo e Zanotti Claudio e quindi mi sembra defatigatorio continuare a tornare sull'argomento: forse perché non vi sono altri argomenti e si cerca di gettare fumo negli occhi alla cittadinanza, per un estremo tentativo di difendere l'indifendibile.
I cani ospiti sono 58,ma non sono certamente molti, basta vedere quanti cani sono ospitati in altri canili.
La solerte presidente dimentica però di dire che dal 1.1.2014 al 30.6.14 l'Associazione ha fatto adottare ben 63 cani e dal 1.7.14 ad oggi ben 11.Ovviamente si dice solo ciò dovrebbe,a suo avviso,screditare i volontari.
Per quanto riguarda i problemi sanitari, non cosa possa incidere ai fini di questa vertenza, anche perché ciò riguarda l'ASL. Per concludere vorrei fare delle considerazioni. Anch'io non amo la bagarre, ma vedo che anche chi dovrebbe garantire imparzialità, prende posizioni del tutto abnormi e quindi coi fatti dimostra il contrario. Sarebbe bene fosse chiaro che qui non si tratta di priorità o meno, bensì di salvaguardia della legalità e correttezza, Certamente difendere una determina palesemente illegale non fa onore a chi dovrebbe garantirla.Perchè non è intervenuta per sollecitare la revoca della determina illegittima, atteso quanto emerso l'11.8.14 dove tutti, maggioranza e minoranza, lo avevano chiesto? Auspicare il ricorso alla magistratura, ben sapendo che il ricorso in autotutela ancora giace nei cassetti del dirigente,in netta violazione di legge neppure è serio.Attendiamo poi anche la convocazione del consiglio comunale aperto, richiesto anche da 3000 cittadini



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti