Il blog con il giornale dentro

Partiamo dagli orti civici per dire che sarebbe ora che la maggioranza facesse qualcosa di sinistra.

Se uno facesse un campeggio in un posto del cavolo e i campeggiatori non si trovassero bene, si potrebbe dire che il campeggio (in senso lato) non funziona? Ora, si è scelto di fare gli orti civici in un posto infelice e si sono spesi dei "bei soldi", possiamo dire che questo sia "il modello" da seguire? ecco, ripartiamo da qui e arriviamo magari a ragionare di tutta la zona Acetati?

Partiamo dagli orti civici per dire che sarebbe ora che la maggioranza facesse qualcosa di sinistra.
Immagine 1
Questo è un bellissimo pezzo, che ci racconta che volendo, si può essere innovativi, che in diversi ci hanno provato. Ma quando la politica è rivalse, ripicche e miopie, si fanno gli orti all'ombra!
Vale la pena ricordare , che questa miope amministrazione ha bocciato preventivamente e per ragioni squisitamente politiche , un idea che costava 4 volte quella finanziata ma che avrebbe dato 10 volte i lotti oggi realizzati, ma fatti al sole , in un posto decisamente più idoneo e con i concetti di innovazione che i ragazzi del post citato all'inizio stanno realizzando.

In tutto ciò stupisce, offende e infastidisce , il silenzio di quel PD che sollecitato da più di 200 persone, non ha nemmeno mai risposto a chi ha voluto quel progetto e che richiamava semplicemente al buonsenso.

Ora, dal piccolo esempio (un orto all'ombra perenne e in un posto umido che garantisce d’estate le malattie fungine e d’inverno favorisce il gelo delle colture) che per il PD è un "vanto", a qualcosa di "macro", ovvero la visione della città. Noi è da tempo che chiediamo di parlare dell'area Acetati, e qualche proposta l'abbiamo messa sul piatto, ma dopo qualche timida apertura il solito silenzio e la solita chiusura a riccio.

Chissà se gli stimoli che arrivano da Eco di questa settimana , costringeranno il PD a smettere di far finta di essere di sinistra e aperti al dialogo e a fare sul serio...
Immagine 2



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti