Il blog con il giornale dentro

bassi

Inserisci quello che vuoi cercare
bassi - nei post
Si fa come chiedevano le minoranze, ma non ditelo in giro... - 18 Ottobre 2017 - 11:27
Ore a stracciare gli zebedei, a lamentarsi dell'incompetenza del Consiglio, a spaccare inutilmente il suo partito... Ora fa come chiedevano le minoranze, spende meno, si ottiene ugualmente ciò che doveva, i residenti saranno felici... ma non basterebbe imparare ad ascoltare anzichè continuare a credersi un "supereroe della politica" , quando al massimo si può assomigliare al "superciuk della politica"?
Dopo ogni sconfitta elettorale: "...ritengo serva una nostra maggior presenza sul territorio..." - 27 Giugno 2017 - 11:22
Ma la volete capire o no che se non dialogate a sinistra vi resta solo la destra?
Il "capolavoro" di Marchionini: spaccare il PD per niente... - 20 Giugno 2017 - 14:56
Poi scopri che i residenti di via delle Ginastre, in buona parte non vogliono il progetto (assurdo) con cui Marchionini ha spaccato il PD, e ha spaccato pure gli zebedei ai consiglieri con 3 ore di inutile dibattito solo perchè non è capace di mediare...MAI.
Alti e bassi della politica cittadina... ieri forse un "alto", certamente un "basso" - 14 Giugno 2017 - 09:18
C'è una novità positiva, finalmente pare sia possibile iniziare a stare al merito di alcune questioni. Via alle Ginestre ha dimostrato che non si può andare avanti a "prendere o lasciare", i progetti si possono discutere e migliorare, oggi il Consiglio si è preso una grande responsabilità. Poi c'è chi pur capendo poco di ciò che gli accade intorno, è strumento più o meno consapevole di vecchi modelli politici.
Ci sono cose che la sinistra dovrebbe dire prima che sia troppo tardi - 28 Luglio 2016 - 09:02
Un Sindaco che si nasconde con una "foglia di fico", una politica incapace di proporre strategie credibili e una cooperazione sociale che forse dovrebbe rivedere se stessa , pensare alla sua storia e fare un bilancio. Ingredienti di una miscela politica esplosiva che sta logorando molte persone e confondendone molte altre. E' forse tempo di una riflessione profonda e vera a sinistra.
bassi - nei commenti
Una Giunta di male in peggio - 16 Settembre 2017 - 11:44
la piana di Fondotoce
Ogni volta che arrivo a Fondotoce e guardo con tristezza infinita verso il campeggio, penso a quanto in passato è stato fatto per salvaguardare quella zona. Ce l'aveva segnalata il dottor Grimaldi, direttore dell'Istituto Idrobiologico, indicando nel campeggio un pericolo per la zona umida più importante del lago, da salvaguardare con ogni mezzo. Si rivolgeva al Consiglio del Museo, che essendo del "Paesaggio", aveva il compito di tutela con i mezzi a sua disposizione. Il Consiglio deliberò subito per una mostra fotografica dettagliatissima, con materiale forniito dall'istituto stesso, e si cominciò a sensibilizzare, informandola la popolazione. Poi cominciarono le sopraelevazioni della penisoletta, dapprima con bassi muretti, via via più elevati. Intervenne la Soprintendenza che per un po' riuscì a bloccare i lavori. Passò qualche tempo, il pericolo si ripropose e la mia classe, partecipando a un concorso regionale, fece una ricerca approfondita sulla zona alla quale allegò una raccolta firme fra tutti gli studenti delle scuole di Verbania per chiederne la definitiva protezione. Ci fu una partecipazione corale; firmarono moltissime classi con tutti i loro insegnanti e molti aggiungevano anche le firme dei genitori, e quando la Regione istituì la Riserva Naturale Speciale del fondo Toce o di Fondotoce, il distretto scolastico 55 (quello di Verbania) fu inserito tra i fondatori. Così protetta, pensavamo che ormai la zona fosse salva da ogni altra speculazione, ma passato qualche anno ci si accorse che ricominciavano a fervere lavori che divenivano via via più invasivi con imponenti movimenti di terra, con l'apertura di un'ampia strada, con la costruzione anche di manfatti in cemento (!!) in un luogo che ora sarebbe dovuto essere tutelatissimo e che ormai era compito delle autorità proteggere. Ma iniziarono condoni edilizi reiterati e probabilmente oggi tutto sarà perfettamente in regola. Comunque da Fondotoce si vedeva benissimo che in mezzo al canneto, là dove non sarebbe dovuto esserci che natura protetta di una bellezza particolare, era sorto un altro villaggio, quasi una nuova frazione della Città. Quando si cominciò a parlarne, si ottenne un risultato sorprendente: in mezzo al canneto, tra il campeggio e l'argine del canale fu piantata una lunga fila probabilmente di salici che ben presto cresciuti, ora costituiscono una verde barriera che copre perfettamante la visione del campeggio, forse un pietoso tentativo di nascondimento, che tuttavia senza rimediare a nulla,ha il torto di aver più o meno dimezzato, interrompendola, la visione d'insieme del canneto. E ogni volta che supero il paese e guardo la bellezza del grande terreno con i suoi caratteristici silos che ancora ne sottolineano la vocazione agricola, così arioso, così bello, così rasserenante, penso con orrore che da troppo tempo si tenta di riempirlo con progetti che al momento vengono fatti passare per interventi di intelligente, moderno, doveroso, meritevole progresso, salvo piangere poi sulla devastazione della bellezza del paesaggio italiano quando i giochi sono fatti.
Ci hanno scassato gli zebedei le "archistar" che dovrebbero supplire al vuoto politico - 19 Settembre 2015 - 18:38
mah!
caro Lupo hai perfettamente ragione,le voci merceologiche di Intra si riducono a calze,mutande, scarpe e adesso gelaterie a gogo,roba che ,come giustamente dici, si trova in qualsiasi centro commerciale e a prezzi più bassi,sono curioso di sapere cosa si inventerà il super architetto....forse dirà alle commesse di smetterla vedremo,intanto paghiamo... di fumare fuori dai rispettivi negozi? oppure insegnerà loro che un sorriso non costa niente?
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti