Il blog con il giornale dentro

Ci sono cose che la sinistra dovrebbe dire prima che sia troppo tardi

Un Sindaco che si nasconde con una "foglia di fico", una politica incapace di proporre strategie credibili e una cooperazione sociale che forse dovrebbe rivedere se stessa , pensare alla sua storia e fare un bilancio. Ingredienti di una miscela politica esplosiva che sta logorando molte persone e confondendone molte altre. E' forse tempo di una riflessione profonda e vera a sinistra.

Ci sono cose che la sinistra dovrebbe dire prima che sia troppo tardi
Immagine 1
da "La Prealpina"

Il tema dei migranti non è tema che riguarda altri, ma riguarda noi, ci interroga su molti aspetti della nostra stessa vita. Sarebbe sciocco affrontarlo in termini meramente ideologici e sarebbe decisamente stupido non affrontarlo. Recentemente è stata organizzata una serata per provare a ragionare della questione, mi ha un po' deluso ma è stato comunque un inizio.

Un post non è il luogo del dibattito, ma è lo spazio per gli spunti di riflessione, al limite per la polemica. La presente riflessione non ha velleità polemiche ma vorrebbe proporsi come "spunto". Partiamo con la fotografia di una realtà oggettiva in 3 punti: 1-Molte persone sono oggi in grande difficoltà; 2-c'è tanto lavoro ma pochi soldi 3-il tempo (come viene utilizzato) è un fattore fondamentale da valutare.

Da notare che ho usato l'espressione "persone in difficoltà" , perchè non faccio distinzione tra migranti in difficoltà e concittadini in difficoltà. Una distinzione però la deve fare la politica, almeno tra chi ha i propri bisogni primari soddisfatti e chi no. Se la politica non fa questo sforzo crea i presupposti per alimentare i più bassi istinti dell'uomo, alimenta il razzismo.
Il tempo è vita, la vita passata in ozio è terribile. Ancor più terribile e frustrante è oziare quando in realtà ci sarebbe così tanto da fare, basta guardarsi intorno... è proprio quì che sarebbe fondamentale si inserisse la politica, progettare ciò che è in potenza davvero una risorsa , ovvero il tempo di tante persone che non sanno come occupare il proprio tempo, ma con una contropartita che se non può essere economica deve essere in servizi, in natura.

La cooperazione sociale che conosco io e in cui ho lavorato per 10 anni, a fronte di paghe piuttosto basse, mi ha sempre fatto tornare a casa la sera soddisfatto, vedevo il mio tempo ripagato anche dalla soddisfazione di aver agito a livello sociale per ridare stabilità, fiducia, relazione a persone per cui questi temi erano tutt'altro che scontati. La Cooperazione sociale che ricordo io aveva progetti individuali per soggetti svantaggiati concordati coi servizi sociali, non era solo impresa, per questo esistevano le convenzioni che permettevano di agevolare le cooperative in certi appalti, perchè svolgevano (e in parte ancora oggi lo fanno) un importante servizio sociale per la collettività.

Se oggi prendiamo un migrante a cui diamo da mangiare un tetto sulla testa e dei vestiti, e gli diamo una borsa lavoro parificandolo a un disabile a un ex tossico a un carcerato che sta cercando reinserimento , stiamo facendo davvero bene? Forse dovremmo considerare i bisogni dei singoli che sono in alcuni casi principalmente di impegnare positivamente il proprio tempo, in altri casi di crearsi una propria "rete sociale" e in altri ancora di soddisfare i bisogni primari. Mettere tutto nello stesso calderone significa fare casino, alimentare rabbie e frustrazioni a fatica sopite.
Per questo la sinistra, che ha il dovere di banalizzare e semplificare meno , dovrebbe saper affrontare il tema in oggetto. Per questo un Sindaco eletto dal centrosinistra non può permettersi di fingere di essere parte terza e non protagonista in una situazione da lei creata. Cara Marchionini, hai creato il problema con Con Ser e hai messo i tuoi uomini ovunque e ora ci dici che tu non centri nulla? Se i tuoi uomini devono risolvere i problemi che hai creato fanno quello che possono, e se le soluzioni tecniche che trovano sono politicamente (dal mio punto di vista) inaccettabili, su chi dovrebbe ricadere la responsabilità?

«I quattro tirocini formativi -replica il sindaco Silvia Marchionini- sono una decisione autonoma di ConSerVco, il Comune non c' entra nulla. Se mi si chiede un' opinione, posso dire d' essere favorevole, Ma la cosa finisce qui. Il Comune non ha avuto alcuna voce in capitolo nella decisione che l' azienda, come è giusto, ha preso in piena autonomia. Mi si accusa di non pensare al la nostra gente? Ma se abbiamo appena assunto 4 disoccupati da impiegare nel disalveo del San Giovanni, nella pulizia della sponda destra del San Bernardino e dei sentieri sul Monte Rosso. Non è dar lavoro ai disoccupati questo?»... Ecco, poi ci sono queste dichiarazioni che fanno accapponare la pelle, il Sindaco giustifica tutto con quattro assunzioni (che tipo di assunzioni?) e non considera bugie e soldi buttati in due anni su ogni cosa , dai "frontalieri con le ali" al "Giro d'Italia" per arrivare al CEM e ai suoi conti esposti in modo del tutto parziale, come ci ricorda Zacchera.

Personalmente ho proposto da tempo che il tema dei migranti venga affrontato in Commissione Servizi alla Persona (sto ancora aspettando una risposta), perchè è un tema che necessita di discussione e approfondimento, cose da tempo negate alla politica verbanese... se poi non sarà possibile nemmeno questo, il centrosinistra non si lamenti perchè temi delicati vengono affrontati a mezzo stampa.



2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lupusinfabula In questo caso...
lupusinfabula
28 Luglio 2016 - 14:10
 
In questo caso condivido in pieno le osservazioni della Lega: prima gli svantaggiati italiani!
Vedi il profilo di Livio Troppa superficialità....
Livio
29 Luglio 2016 - 07:48
 
Qualsiasi questione viene affrontata con superficialità. Da una parte si nota uno spreco di denaro pubblico e dall'altro un mancato intervento per le persone in difficoltà. Non è ancora stato ben definito il tipo di assunzione dei 4 che opereranno sul fiume per poco tempo (chi sono?) . Troppa superficialità e menefreghismo da parte del comune e sopratutto mancanza di trasparenza e linearità... Bravo PD continua così, ma rammenta che la zavorra porta ad affondare la barca,,,



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti