Il blog con il giornale dentro

Il "capolavoro" di Marchionini: spaccare il PD per niente...

Poi scopri che i residenti di via delle Ginastre, in buona parte non vogliono il progetto (assurdo) con cui Marchionini ha spaccato il PD, e ha spaccato pure gli zebedei ai consiglieri con 3 ore di inutile dibattito solo perchè non è capace di mediare...MAI.

Il "capolavoro" di Marchionini: spaccare il PD per niente...
Immagine 1
Nell'immagine quì sopra , il testo di una petizione firmata da 6 residenti in via delle Ginestre, la via che è stata causa della più palese spaccatura del PD da quando si è insediata la Sindaco Marchionini.
Questa spaccatura, che si sarebbe tranquillamente potuta evitare come ci dice il Segretario del PD Scalfi in un comunicato, ha invece portato a reazioni davvero "strane" , un Sindaco incavolato o meglio "amareggiato" e le minoranze "perplesse"...

Ma metti caso che il giorno dopo la "legnata politica" il Sindaco abbia chiamato dirigenti, Segretario Comunale, avvocatura e sbraitando abbia chiesto di trovarle una soluzione per "averla vinta" anche sta volta? Ora che c'è pure una petizione che raccoglie 6 firme per un numero poco superiore di famiglie residenti, come la mettiamo?

Intanto, per non saper ne leggere ne scrivere, io ho inviato alla Guardia di Finanza questa determina per sapere se dal loro punto di vista sia tutto ok...

...che in fondo a me dispiace che una persona "scoppi" perchè non regge più la mole di casini che ha combinato anzichè prendere semplicemente atto di un fallimento politico clamoroso. Ma se così deve essere , così sarà... sono fatalista.



4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Claudio a futura memoria
Claudio
20 Giugno 2017 - 16:27
 
da prendere e portare a casa, da incorniciare e appendere a futura memoria, visto che ha detto che ci riproverà
Vedi il profilo di lucrezia borgia i nostri politici
lucrezia borgia
20 Giugno 2017 - 18:05
 
non riescono a mettersi in testa che sono dove sono, non per fare quello che vogliono "loro" ma per fare quello che vogliamo "noi"
Vedi il profilo di Roby Amareggiata e delusa...
Roby
21 Giugno 2017 - 00:13
 
Certo che queste considerazioni sono tragicomiche se proveniente da un sindaco che dovrebbe realizzare le esigenze dei cittadini e non i propri.
Via delle ginestre è una modesta stradina di 120 mt, senza uscita. Necessita di sistemazione ma certamente non di giustifica una autostrada, con tanto di marciapiede. Per sistemare detta strada basta un decimo della somma stanziata. Ridicolo poi è pretendere di realizzare una strada di cotali dimensioni, danneggiando gran parte dei residenti, che avrebbero dovuto subire un esproprio. Nello stesso tempo la strada principale, via per cossogno, strada di grande percorrenza, si trova in condizioni precarie, piena di buchi e senza marciapiede, nonostante sia percorsa da parecchi pedoni.
Vedremo se qualcuno ora si interesserà anche di tale via, anche se non vi sono terreni da edificare?
Vedi il profilo di Guido precisazione
Guido
21 Giugno 2017 - 14:40
 
Un paio di precisazioni: - via delle ginestre è una modesta stradina non di 120 mt, ma di quasi il doppio della lunghezza; - non è una via senza uscita, ma si ricollega alla via per Cossogno (è infatti la vecchia via che portava a Unchio); - gran parte dei residenti sono d'accordo con gli espropri, perché ritengono che sia necessario un allargamento della strada; ...per il resto le controversie politiche non mi interessano, anzi mi infastidiscono, ma quelli che parlano dovrebbero quantomeno prima assicurarsi di sapere di cosa stanno parlando.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti