Il blog con il giornale dentro

Quando mancano Ambientalisti e Sinistra vince la speculazione

Ricevo ancora una riflessione allarmata su Fondotoce da un affezionato lettore del blog, ed effettivamente trovo che certe preoccupazioni siano più che legittime.

Quando mancano Ambientalisti e Sinistra vince la speculazione
Immagine 1oggi Immagine 2domani?
Con disappunto leggo sulla stampa del 6 luglio il rilancio del progetto del parco acquatico a Fondotoce. Ho recentemente scritto sul blog un breve articolo intitolato :un anniversario e uno scherzo. Non c’è stato nessun commento a questo articolo che ripubblicherei con la speranza che la gente ne capisca il senso. Non ci sono stati commenti anche se ho provocatoriamente scritto che la riserva compie 10 anni in realtà un altr'anno saranno 30. I nostri politici di sinistra nel passato hanno contribuito a devastare il Pianogrande infischiandosene delle promesse fatte all atto della istituzione della riserva (allargamento ecc.ecc.) ora in combutta con i politici di destra recentemente eletti ripropongono il progetto devastante.
Sono contrario per mille motivi.
1) La vecchia fattoria ha più di 100 anni ed è quindi classificata STORICA,il suo valore paesaggistico e quello della zona adiacente è indiscutibile.
2) La zona interessata è classificata da una legge nazionale e poi da una regionale a rischio esondazione e quindi dovrebbero essere proibite attività sia per nuove costruzioni che per le ristrutturazioni. (Questa legge è passata in regione con il Sig.Reschigna vice-presidente.Quindi i politici fanno le leggi e a seconda dei casi le fanno valere o le ignorano.
3)Ho visto e analizzato il progetto che oggi si cerca di spacciare come “parco acquatico” ma esso non è che l’ennesimo tentativo di coprire il piano grande con una massiccia colata di cemento. Destra e sinistra unite dal cemento.
4)Al sindaco Marchionini farei una domanda sul tipo di turismo che intende perseguire.Dopo i magnifici alberghi di Stresa Verbania propone Campeggi-residence in zone che dovrebbero essere parte integrante di una riserva e giochi d’acqua che anche nel caso di Gardaland non sono in zone affacciate al lago ma situati in zone lontane dal lago e di poca importanza paesaggistica?
6)Riflessioni sulla viabilità.Si vuole incrementare ulteriormente la presenza di turisti con l’inevitabile aumento del traffico perennemente incolonnato sulla direttrice Fondotoce-Verbania?O sarebbe meglio impegnarsi nella costruzione della variante alla SS34?.Di una circonvallazione non esiste progetto!
7)per fortuna con la mancata annessione di Cossogno Verbania non è entrata a far parte del parco della Valgrande altrimenti ….ma per fortuna la Valgrande si difende da sola vista la sua inaccessibilità è difficile pensare a una sua cementificazione, anche se qualcuno, purtroppo eletto in parlamento non a furor di popolo ma “con i resti”, ha tentato con una legge di permettere attività economiche all’interno dei Parchi nazionali, forse sponsor di Terna e della iniziativa di San Domenico per unire Devero e Veglia(altri due parchi regionali).
8) vergogna a chi propone e queste iniziative:destra e sinistra si inchinano a imprenditori senza scrupoli.

Tiziano Auguadro


Non tutte le affermazioni di Auguadro mi convincono, il tema è complesso e mi rendo conto che la complessità ormai interessi a pochi, resta comunque singolare il tempismo con cui quando manca (o scarseggia) chi fa analisi critica , il peggio della politica non perda tempo a spartirsi poltrone e progettare facili speculazioni, e come in tutto ciò il VCO non riesca mai a unirsi per battaglie condivise di qualità ambientale , che si tratti di interconnector, di Devero Veglia o di salvare un importante zona umida dalla speculazione alle porte.

Qui l'articolo citato da Auguadro

L'ambiente è una risorsa, non un "bancomat politico", temo che quando si capirà, potrebbe essere tardi



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti