Il blog con il giornale dentro

10 anni di Riserva Naturale di Fondotoce

Riceviamo e pubblichiamo un breve articolo di Tiziano Auguadro che ci ricorda un anniversario importante, e lo fa proprio oggi, alla vigilia dell'insediamento del nuovo Consiglio Comunale, che forse per la prima volta non ha al suo interno alcun rappresentante di sinistra o ambientalista. Confidiamo che malgrado ciò l'attenzione resti alta, a cominciare dalla pista ciclabile che attraversa anche la Riserva.

10 anni di Riserva Naturale di Fondotoce
Immagine 1
Ho ricordato nel sottotitolo la ciclabile perché ho notato che le parti metalliche su cui stanno posando le traversine di legno su cui si transiterà, non sono trattate (e la ruggine inizia a fiorire) e la cosa mi risulta piuttosto strana trattandosi di struttura che tra l'altro è in una zona che più umida non potrebbe essere... confido che qualcuno mi tranquillizzerà che tutto va bene così.Immagine 2

Ma veniamo al "compleanno della Riserva":
Dieci anni
La riserva naturale di Fondotoce compie 10 anni. Numerose e prestigiose manifestazioni ne celebreranno la ricorrenza.Grande è l’entusiasmo nell’amministrazione verbanese che ha difeso strenuamente da tutti gli attacchi questa porzione del suo territorio che ha visto nascere progetti insensati quali un nuovo golf all’interno del parco, un acquafan ,una nuova colata di cemento con migliaia di metri cubi di cemento,700 nuovi parcheggi . Ma l’amministrazione facendosi forte di una legge nazionale ripresa dalla Regione Piemonte ha proibito, in questa area soggetta ad esondazione ,qualsiasi nuova costruzione ed anche possibili ristrutturazioni.
Dopo non essere riuscita ad annettersi il comune di Cossogno che le avrebbe permesso l’ingresso nel parco nazionale della Valgrande,il comune ha deciso di dirottare le sue energie per l’ampliamento e la difesa della riserva di Fondotoce avendone capito l’importanza naturalistica ed essendo l' unica zona riserva del Comune di Verbania.
Celebrandone il decennale le promesse sono di ampliare questa area che già alla sua nascita prevedeva l’inclusione del Montorfano e le zone dell’asta del Toce e in pratica tutta la piana detta del Pianogrande di Fondotoce.
Tutte le diverse associazioni ambientaliste plaudono al rinnovato impegno dell’amministrazione che vede nella protezione del Paesaggio la più grande opportunità per lo sviluppo turistico.Anche il museo del paesaggio che si è impegnato duramente per la difesa di questa pianura alluvionale tanto cara ai nostri pittori paesaggisti plaude a questa iniziativa.
Grazie e auguri a tutti






0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti