Il blog con il giornale dentro

Dopo la coppia Brezza Lo Duca, quella Scalfi Tartari vede ancora il PD a "girare su se stesso"

Quando provo a non sentirmi parte di questa pessima politica e guardo "da fuori" resto allucinato. Nell'articolo di "Eco" quì sotto , abbiamo il segretario del PD che parla di tutte le cose su cui sono stati presentati emendamenti da sinistra (e regolarmente tutti bocciati dal PD) , come fossero naturali e logici... ma allora ditelo che il dialogo con chiunque non sia del PD non vi interessa che la facciamo più facile.

Dopo la coppia Brezza Lo Duca, quella Scalfi Tartari vede ancora il PD a "girare su se stesso"
Immagine 1

Il mio essere un amministratore di sinistra, non può prescindere dal dialogo con chiunque desideri lavorare seriamente per la città, e proprio per questo da sempre chiedo che le Commissioni Consiliari, organo del Consiglio e non della maggioranza, lavorino seriamente (richiesta puntualmente elusa se non del tutto ignorata). Leggendo l'articolo quì sopra devo dire che sono rimasto di sasso, e vi spiego il perchè.

Dopo 3 anni di Amministrazione Marchionini, si parla finalmente di piano del traffico e mobilità lenta, ovviamente non in Commissione, sui giornali. Nel frattempo però, senza alcun piano del traffico si sono stanziati quasi 7 milioni per fare parcheggi in centro a Intra , Saranno compatibili, logici, razionali rispetto il piano del traffico di cui vuole darci comunicazione oggi il PD? Al momento non è dato sapersi, ma orma il voto a certi partiti è più una fede che un ragionamento, quindi se avremo fede e pazienza un giorno lo sapremo.

A puro titolo di cronaca riporto il link a un post che compie un anno proprio domani, in cui si evidenziava la pura improvvisazione e la mancanza di dialogo istituzionale di questa stagione amministrativa... a volte basterebbe leggere per tempo.

Il buon Scalfi, nell'articolo ci parla anche di mobilità lenta e di agenda digitale, quasi non fosse stato presente alla presentazione del bilancio e non avesse votato contro tutti i nostri emendamenti che riguardavano "agenda digitale" , "bike sharing", "mobilità lenta" e tanti temi che ora stanno a cuore anche a lui... Costringendoci ad un analisi impietosa sui soliti atteggiamenti della maggioranza che lui rappresenta

Allora una riflessione politica io mi azzardo a farla... Insomma a Verbania amministra il PD insieme a una lista civica, l'orientamento dovrebbe essere verso sinistra, ma subito la maggioranza perde pezzi, 2 consiglieri nel giro di un anno stanno a sinistra ma escono dalla maggioranza. Oltre a loro c'è un gruppo civico (di cui faccio parte) che si chiama "Una Verbania Possibile", che avendo capito da subito l'ipocrisia di certi atteggiamenti, si è sempre posto come collaborativo ma distinto dalla maggioranza, a prova di ciò ha addirittura votato il programma di governo della città pur essendo una minoranza. Per tutta risposta il segretario di allora Brezza non ha nemmeno mai aperto a un dialogo politico su argomenti e temi condivisibili, non parliamo poi di Scalfi che vota e fa votare contro emendamenti che magicamente sono i temi che pochi giorni dopo presenta alla stampa come "suoi".

In un clima così assurdo, così pregno di paure e ipocrisie, uno che avrebbe il piacere di fare una politica di confronto per la città, una politica di analisi e merito, cosa dovrebbe augurarsi? Forse semplicemente che questa meschina stagione di infimo livello cessi il prima possibile, e se la pochezza politica dei protagonisti di oggi non è nemmeno in grado di proporre tavoli di confronto, che ci pensi la magistratura a fare ciò che la politica ha smesso da tempo di fare...

Una speranza nell'aria resta, il bilancio partecipato, che finalmente dopo 3 anni è stato proposto anche se con modeste risorse ha avuto una notevolissima partecipazione (Sono 44 in tutto i progetti per il primo bilancio partecipato), e questo ci dice che la gente ha voglia di essere collaborativa, una voglia che la politica non ha perchè ragiona con logiche decisamente differenti. Forse al prossimo turno elettorale anche l'ultimo partito di Verbania capirà che chiudersi in difesa e a riccio è segno solo di ottusità. Peccato, mi aspettavo di più.
Per completezza di informazione, se qualcuno volesse rileggersi l'ultimo post su "agenda digitale", forse basterebbe questo per capire la piccineria di certi soggetti.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti