Il blog con il giornale dentro

Referendum: nasce il comitato per l'astensionismo

Arriva sul referendu un comunicato del Sindaco, ma subito alcuni dei suoi più fedeli sostenitori che sono nel nuovo comitato per l'astensione lo disattendono. Rivolgiamo a loro un paio di domande perchè chiariscano la loro posizione.

Referendum: nasce il comitato per l'astensionismo
Immagine 1
Il Sindaco in un comunicato dice parole giuste e misurate:
L'indizione del referendum nazionale sulle trivellazioni petrolifere con la nostra scelta di unire la consultazione cittadina sul forno crematorio al 17 aprile, consente al comune di risparmiare i 25mila euro previsti e crediamo sia una scelta di buon senso.

Ci aspettiamo una corretta informazione da parte di tutti invitando i soggetti coinvolti a riportare informazioni veritiere: siamo certi che questo appello raccoglierà la piena unanimità.


Peccato che il neonato "comitato per l'astensione", tra i cui più autorevoli esponenti spicca Aurelio Tedesco, attivissimo sosteniture sui social del Sindaco Marchionini, esce con un comunicato carico di imprecisioni/approssimazioni/teorie campate in aria.
Per questa ragione ci piacerebbe facessero luce almeno su un paio (le più siglificative) affermazioni che paiono assurde:

1) come fanno a dire che ci sarà un tetto massimo alle cremazioni quando tale limite è sancito dai permessi che variano in funzione della tecnologia utilizzata (e che oggi non è dato conoscere)? A detta del dirigente tale limite non è stato posto dall'Amministrazione
2) come fanno a dichiarare: "- Il nuovo gestore oltre a riconoscere al Comune un canone annuo certo si assumerà anche la gestione del personale e le spese di tutti i servizi del cimitero di Pallanza. Questo vuol dire che si somma il canone da introitare e il risparmio dei costi si avrà un entrata che pareggerà quantomeno l’utile del 2015" ?
Se il comune ha un utile di 250000€ ( tolte quindi le spese, ivi comprese quelle di gestione) e il privato darà un canone di 100-150000€ ( tutto da vedere e a partire dal rientro dell'investimento, quindi tra qualche anno) assumendosi la gestione "qualcuno" ipotizza che detto canone, sommato al risparmio gestionale ( ma non era già calcolato nell'utile?) sarà uguale all'utile attuale.
Forse "qualcuno" deve ripassare il significato di "utile".

In fine segnalo pacatamente che la politica è (o meglio dovrebbe essere) ben altra cosa dall'astensione, invitare a non votare con scuse puerili (il risparmio) è un segnale di debolezza.



5 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di silvia comitato per l'astensione
silvia
17 Febbraio 2016 - 20:53
 
"In fine segnalo pacatamente che la politica è (o meglio dovrebbe essere) ben altra cosa dall'astensione, invitare a non votare con scuse puerili (il risparmio) è un segnale di debolezza."

sì, l'invito all'astensionismo è semplicemente vergognoso, soprattutto quando arriva da soggetti che dovrebbero avere a cuore la democrazia e i suoi strumenti.
Vedi il profilo di livio Veramente...
livio
18 Febbraio 2016 - 00:02
 
vergognoso l'invito all'astensione. Come è possibile che un sindaco si abbassi a cotale livello? Se fosse un minimo coerente e corretta, rispettosa del ruolo che dovrebbe interpretare, esporrebbe le ragioni del si e quelle del no e quindi invitare la gente a votare secondo coscienza. La comunicazione divulgata dimostra molta pochezza e mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini che ahimè l'hanno eletta!
Vedi il profilo di paolino turisti della democrazia
paolino
19 Febbraio 2016 - 09:24
 
aveva ragione Silvio.
anni fa,durante un traballante intervento in un attonito parlamento europeo,un delirante Berlusconi apostrofava la quasi totalità degli europarlamentari come "turisti della democrazia":
ecco,anni dopo quella definizione trova (per me ) un senso,e ben definisce chi invita a far fallire un referendum (implicitamente due,essendo accorpati).
soprattutto definisce bene chi lo fa da politico,come Tedesco,invitando a far fallire due referendum di cui uno fondamentale per la causa ambientale (ma una volta non era di sinistra questo tizio?).
come il peggior berlusconiano d'antan,Tedesco calpesta l'unico strumento di democrazia diretta solo per scodinzolare felice ai piedi del sindaco,ancor prima che gli venga richiesto.
spettacolo desolante.
e il comitato per l'astensione,otto fenomeni che a vario titolo si immolano per questa baracconata,è una delle vicende più misere della nostra storia cittadina.
Vedi il profilo di vittorio condivido
vittorio
19 Febbraio 2016 - 09:33
 
il triste dipinto di Paolino....squallido davvero questo paesaggio e squallidi coloro che scodinzolano...
Vedi il profilo di lupusinfabula Sempre detto
lupusinfabula
19 Febbraio 2016 - 15:36
 
Condivido in pieno l'analisi di Paolino: sempre detto che tra i berluscones ed i renzones non c'è alcuna differenza, anzi moltissime somiglianze. Per tacere di chi partendo da una sinistra estrema si va acconciando come un democristiano dei bei tempi andati: ne abbiamo fulgidi esmpi a livello locale e nazionale.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti