Il blog con il giornale dentro

Vi racconto questa...e "lettera al direttore"

Ieri vado per il compleanno di un bambino amico di mio figlio alla spiaggia della Beata Giovannina, un bel posto, belle attività per i bambini, personale addetto alle attività sportive qualificato e serio, non c'è che dire, ma quello che mi è successo non è che mi abbia fatto andare via tanto felice... comunque...

Vi racconto questa...e "lettera al direttore"
Immagine 1
Appena arrivo verso le 17, saluto gli ospiti e subito il titolare che era li vicino interagisce con noi dicendo ai mie amici che io sono uno di quelli che vuole farlo chiudere. Provo a spiegargli per l'ennesima volta che io non ho nulla contro di lui o contro la sua attività, (ricordo a voi lettori la brutta esperienza invernale accadutami con lo stesso soggetto di ieri), solo il mio ruolo mi impone di lavorare nell'interesse pubblico e su quella assegnazione ci sono delle questioni affrontate malissimo e ce le ha spiegate benissimo il Consigliere Rabaini, prefigurando anche criticità di natura penale (suggerisco lettura del post datato 23 Giugno).
Provo con parole mie a spiegargli che il tema è il tipo di concessione che gli e stata fatta, una "concessione ordinaria", non "migliorativa", ciò comporta evidentemente impegni diversi e vincoli diversi , come Rabaini ci spiegò perfettamente in Consiglio. Resto basito quando il titolare mi conferma che evidentemente ciò che lui ha fatto è "migliorativo" (ed io concordo con lui)... ma proprio questo è il nodo della questione, e io sono dispiaciuto di essere percepito come "nemico" , quando in verità, anche nel SUO interesse, evidenzio il casino nel quale lo ha messo l'Amministrazione di Verbania.

Chiuso lo screzio iniziale è stato un bel pomeriggio, e una piacevole serata, ho incontrato anche un Consigliere Comunale, il Vicesindaco Franzetti il portavoce del Sindaco Nobili e ho ascoltato buona musica... insomma tutto bene.

Ironia della sorte, prima di andare a casa guardo le mail sul cellulare e ci trovo questa, intitolata "LETTERA AL DIRETTORE" , ed essendo un interessante punto di vista, mi corre l'obbligo di pubblicarla. L'ironia è che riguarda proprio l'attività che si svolge alla Beata Giovannina. Ovviamente la lettera è firmata, io sono responsabile di tutto ciò che è nella presente premessa, per il contenuto della lettera ognuno faccia le proprie considerazioni.

Due laghi due scelte.

Negli anni settanta il lago di Mergozzo ospitava un campo di boe per lo sci d'acqua.Erano i tempi di Roby Zucchi,pluricampione del mondo.Negli anni ottanta il comune di Mergozzo proibì questa attività e decretò la fine di questo sport,smantellando il campo con
boe fisse nei pressi dell'Hotel Piccolo Lago e proibì anche la navigazione a motore. Lo sci d'acqua trovò il suo futuro in piccoli specchi d'acqua artificiali dove ancora oggi si allenano i campioni di questa attività
In questo anno il Comune di Verbania ha dato in concessione la spiaggia della Beata Giovannina a chi pratica lo sport chiamato
wakeboard .Questo sport si pratica con motoscafi che ,per consentire il surf sulle onde,hanno la caratteristica di formare grosse onde.
Chi pratica questo sport segue il motoscafo anche senza la cima di traino cavalcando le grosse onde formate
dal motoscafo che è ho dotato anche di altoparlanti che diffondono musica a tutto volume ( quanto cià sia necessario non riesco a comprenderlo).
A poche centinaia di metri i canoisti della Polisportiva e i Canottieri de Pallanza e qualche lancetta tipica del lago,che rischia di affondare a causa del terribile moto ondoso.
A completare il quadro i "gonfiabili"assolutamente orribili e incompatibili in un paesaggio come quello del golfo Borromeo.
Il turismo ha bisogno di tutto questo?
Forse il turismo cafone?
Oppure le scelte degli amministratori di Mergozzo sono più rispettose dell'ambiente e di quanti credono che il lago non abbia bisogno
di motori,di onde e di urla sfrenate e poco dignitose.
TIZIANO AUGUADRO





0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti