Il blog con il giornale dentro

Tari e promesse di oculatezza

Il Sindaco mi scrive e io le rispondo. Sostanzialmente rispondo come il sempre mitico Moretti: "le parole sono importanti". La retorica, le affermazioni che vengono disattese nei fatti possono anche convincere i cittadini distratti (forse la maggioranza), ma per chi ha scelto di essere "a controllo", le chiacchiere non bastano.

Tari e promesse di oculatezza
Immagine 1

La lettera che accompagna l'F24 per il pagamento della tassa rifiuti riportava per tutti il testo dell'immagine quì sotto.Immagine 2 Vale la pena farci una riflessione ad alta voce:

quando il Sindaco parla di "tagliare le spese inutili" e di "impiegare bene i denari pubblici" si riferisce forse all'annunciato (in campagna elettorale) ridimensionamento del CEM (che oggi prevede pure un attracco a lago e un nuovo parcheggio non previsti nel progetto finanziato) o piuttosto a spese come la progettazione di piazza mercato, la copertura roggia di intra, i frontalieri con le ali o l'evento del Giro d'Italia? E l'"impiego oculato dei soldi pubblici", la "riorganizzazione dei servizi offerti" è per caso quella modalità di gestione che ha spinto il Sindaco a indire un concorso per i vigili (spendendo i soldi che ha speso) per poi dire che si è sbagliata e quindi non assumendo chi quel concorso ha vinto (lasciando nei maligni il sospetto che abbia vinto il concorso la persona sbagliata)?

Carina poi l'esortazione nell' "avere fiducia negli uffici, nella capacità di fare ciò che è meglio per Verbania"... Forse al Sindaco sfugge che gli uffici "eseguono", ci si può anche fidare di un esecutore, ma la fiducia andrebbe riposta in chi decide. Anche per questa ragione ho personalmente MOLTA POCA fiducia di chi dopo quasi un anno di amministrazione si ritrova in cassa un "avanzo" di parecchi milioni!? ma come ci si può fidare di chi ha una gestione così personalistica e approssimativa del denaro pubblico, di chi stanzia decine e decine di migliaia di euro per gestire nel 2015 un'opera che sarà funzionante nel 2016, di chi non discute i progetti che vuole attuare nelle sedi opportune, ma chiede una fiducia a scatola chiusa?
...E poi conclude: "dovete avere pazienza, le scelte difficili, quelle che risolvono per davvero e non accantonano i problemi, hanno bisogno di tempo per dare i loro frutti."
NO, NO caro Sindaco, la cosa difficile non è aspettare, è condividere. Le scelte che danno frutti sono quelle che vengono prese con oculatezza e passano attraverso il confronto. Purtroppo la retorica spicciola di cui questa maggioranza è capace, produce confusione, buonismo e un retrogusto di gestione del potere "amicale". I risultati ci possono essere solo quando c'è trasparenza, discussione e impegno di tutte le parti in causa. Il post di ieri sulla sanità è l'ennesimo esempio di come non siate all'altezza della complessità del momento. La vostra supponenza di avere le risposte e la vostra richiesta di fiducia e di tempo è la prova: se foste davvero sulla giusta strada argomentereste, non "esortereste"... ma questa differenza la coglieranno i pochi , e come qualcuno già disse in campagna elettorale io sono solo un "radical Chic"... mi sembra lo disse lo "Schettino" del lago maggiore, con un bel sorriso e una maglietta rosa!




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Cirano Viva i "Radical chic"!!!
Cirano
30 Maggio 2015 - 11:20
 
Viva il "radical chic", quando s'impegnano e quando controllano, abbasso il popolo bue!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti