Il blog con il giornale dentro

Intervista doppia (al Sindaco Marchionini e a Brignone che risponde per lei)

Un post semiserio, che riprende l'intervista al Sindaco (divora Assessori) comparsa su Eco la scorsa settimana, e in grassetto le risposte che secondo me avrebbe dovuto dare se fosse politicamente più trasparente e magari un po' più in sintonia col significato politico della parola "sinistra"

Intervista doppia (al Sindaco Marchionini e a Brignone che risponde per lei)
Immagine 1
«Certo che mi ricandiderò e con il Pd» (titolo)

Tre anni impegnativi per Marchionini tra dimissioni e polemiche (sottotitolo)

E' giusto per il sindaco di Verbania, Silvia Marchionini, «dopo cinque anni di impegno sottoporsi al giudizio degli elettori», anche se non nasconde le difficoltà e la fatica quotidiana di amministrare una città come Verbania: «Il giorno prima penso "no, non mi ricandido" ma il giorno dopo ho subito cambiato idea. E' giusto confrontarsi con la gente, con chi ti ha votato oppure no. Certo che ci proverò per il secondo mandato».

Con il Partito democratico o una lista civica?
«Basta con questa storia che sta circolando da tempo della lista civica. Io sono del Pd e non esco dal Pd. C' è anche chi va in giro a dire che sono di destra, della Lega nord ma evidentemente non mi conoscono e non conoscono la mia storia. E' vero che sono per la libertà e per l' impresa privata ma anche per i diritti civili e non mi schiero certo per i privilegi di pochi».

tra poco ci sarà il congresso del PD, di fatto le persone più ostiche le ho già demolite, Tradigo non si tessererà nemmeno nel PD, Brignoli ha cambiato partito, se Brezza davvero vuole fare carriera politica chinerà il capo e accetterà tutto in silenzio come ha sempre fatto, Lo Duca alla fine non è un ostacolo... ho scordato altre persone di un "qualche rilievo" nel partito? Ovviamente a breve avrò la maggioranza anche nella segreteria, siamo matti che mi metto a fare una lista civica?

Però i rapporti col Pd verbanese continuano (ormai da anni) ad essere tesi e dopo le recenti dimissioni dell' assessore al Turismo Monica Abbiati è intervenuto anche l' ex sindaco e vicepresidente della Regione Aldo Reschigna.
«Voglio precisare che io avevo già chiesto, prima dell' incontro con Reschigna, una sorta di "patto di serenità" con il Pd per individuare insieme le cose importanti da fare nei prossimi mesi fino alla scadenza del mandato».

veda, il "patto di serenità" interessa più il PD che la sottoscritta, io sono serenissima, faccio ciò che voglio come sempre. Sono loro che necessitano di una sorta di tregua. Non sono una classe politica vera, sono sbarbatelli che nemmeno leggono i documenti... Ma crede davvero che se in maggioranza ci fossero stati gli Zanotti, i Rolla, i Grieco e tutta la classe dirigente del passato, io avrei potuto fare tutto ciò che volevo con totale libertà? Non faccio manco lavorare le Commissioni e nessuno dice nulla se non Brignone... Ma va bene così, la politica per me non è condivisione , è decisione e alla gente piace così, il PD se ne farà una ragione.

Perché in questi anni è mancata la "serenità" tra lei e la segreteria cittadina del Pd?
«Diciamo che è mancata la fiducia e una figura di raccordo tra me, il gruppo consiliare e la segreteria cittadina anche se mi permetto di dire che in questi anni il gruppo consiliare ha sempre votato sui progetti della giunta e gli scontri con la segreteria e alcuni esponenti democratici sono stati quasi più di carattere personale, per motivazioni a mio avviso di poco conto, per questioni che sono state ingigantite».

Tutti sanno che io di politica capisco poco, per me va bene la destra o la sinistra, basta che mi lascino lavorare. I meno ingenui lo hanno capito subito, ma cosa potevano fare? mandarmi a casa dopo uno Zacchera e un commissariamento? Hanno paura e io ho gioco facile. Tradigo gli ha offerto una sponda dimettendosi, ma la paura di elezioni anticipate li ha annichiliti. Mi sono circondata di persone incapaci di fare politica per poter decidere tutto io e per potermi spacciare per "innovatrice", ho avuto ragione.

Si riferisce al forno crematorio, al progetto per via Della Ginestre, al parcheggio per i bus di Madonna di Campagna? Oppure alle dimissioni degli assessori Damiano Tradigo, Felice Iracà, Massimo Forni, Monica Abbiati?
«Fare l' assessore è sicuramente faticoso e lo è ancora di più se hai anche un lavoro impegnativo, lontano da Verbania e non puoi essere tutti i giorni in municipio».

mi riferisco a tutto... io faccio come mi pare, spesso nemmeno ragiono approfonditamente sulle decisioni che prendo, sicuramente non delego perchè se non facessi così tutto sarebbe lento. Le dimissioni durano il tempo della notizia. Nessun cittadino si ricorda nemmeno del perchè si sono dimessi quegli assessori, infatti lei intervista me, non loro... è stato addirittura imbarazzante raccogliere il silenzio del partito dopo che ho detto che Tradigo non reggeva lo stress.

Si riferisce ad Abbiati?
«Io ringrazio Abbiati per quanto fatto, soprattutto all' inizio, per la città. Si è messa subito in gioco credendoci ma poi ha mollato».

io ringrazio abbiati di aver creduto di essere assessore per così tanto tempo, giuro che fossi stata in lei mi sarei dimessa prima.

Abbiati però dice un' altra cosa, parla di confronti negati, scarsa comunicazione.
«Sicuramente Abbiati è una professionista, una persona ambiziosa con tanti impegni e quello che posso dire è che non è mai stata in consiglio comunale fino alle due di notte e le sue presenze in giunta sono passate da un' iniziale 80% alla metà».

se volessi potrei screditare Abbiati come chiunque altro parlando di una persona "ambiziosa e assenteista", chi crede mi contesterebbe?

Forse avrebbe voluto più stimoli, più libertà d' azione, soprattutto sulla programmazione del nuovo teatro.
«Io non tolgo la libertà a nessuno, anzi ad Abbiati ho sempre detto di farsi avanti, di presentare progetti, di osare. Quando sono diventata sindaco non pensavo certo al teatro ma ad avere una città pulita, ordinata, alla riorganizzazione degli uffici e Abbiati per le sue competenze mi sembrava la persone giusta per occuparsi del Maggiore ma poi, lo ripeto, ha mollato la presa».

come potrei dire che non ho lasciato la libertà ad Abbiati? le faccio un esempio: se lei regala a un bambino
maglioni , uno rosso e uno blu e il bambino indossa quello rosso, poi lei chiede al bambino perchè non gli è piaciuto quello blu, lei crea disagio, e quel bambino chiederà sempre a lei cosa deve indossare... ecco , gli assessori li lascio apparentemente liberi, li sprono, e poi li "bastono", così saranno loro a non muovere nemmeno un passo senza che io abbia supervisionato, mentre ciò che faccio io a loro deve stare bene così come è. Quando mollano io li posso massacrare e delegittimare, come ho fatto con Tradigo e come faccio con Abbiati


Chi prenderà il suo posto?
«Per ora ho contattato una persona che stimo, un uomo, una figura di grande prestigio della città a cui ho proposto l' incarico e anche una nuova delega particolare ma purtroppo mi ha detto di no. Questa persona, di cui preferisco non fare il nome, ha avuto in passato un' esperienza politica negativa e ora non vuole più occuparsi di politica anche se è un peccato. Ora farò altre valutazioni, sto pensando a qualche giovane interessante».

chiunque potrebbe, l'importante è che questo sia un Jolly nelle mie mani, lo userò al momento che riterrò più opportuno

Quindi continuerà ad occuparsi in prima persona di turismo e teatro?
«Certo, fino a quando non troverò una persona adeguata mi terrò le cariche. E poi turismo ed eventi sono tematiche importanti. A questo proposto nei giorni scorsi ho incontrato Renato Pozzetto e Matteo Forte, amministratore delegato di Stage Entertainment che si è detto molto interessato alla gestione complessiva del nostro teatro. E' bello vedere dopo tanto lavoro e impegno che ora dall' esterno ci contattano per il Maggiore. Sono soddisfazioni così come aver già venduto 170 abbonamenti in pochi giorni per la nuova stagione teatrale».

ovvio, perchè continuare a far finta che se ne occupi un altro?

Però sono stati disdetti due eventi estivi nell' area esterna del Maggiore?
«L' arena esterna è piccola e non può ospitare purtroppo grandi eventi e grandi nomi e poi d' estate ci sono tantissime iniziative vicine a noi, anche gratuite, tanti eventi in piazza e sicuramente per Luca Longoni (Showbees) è difficile portare pubblico qui sul lago. Detto questo vorrei ricordare che il pacchetto estivo è in mano ad una società privata, che ha vinto un bando e che si assume oneri e onori senza costi per il Comune».

non potete dare la colpa a me se il progetto (anche esterno) del CEM è assurdo! Fare lavorare quel posto è un impresa titanica

Cosa si aspetta dai prossimi mesi? Riuscirà a finire il mandato?
«Di certo io non mollo, non mi dimetterò e anche Reschigna mi sembra che abbia fatto capire a tutti che siamo sulla stessa barca, che la gente ci guarda e che dobbiamo lavorare. Quando ho vinto nel 2014 non mi aspettavo niente e anche candidarmi ammetto che è stato un atto di incoscienza.
Negli anni poi ho preso qualche schiaffone, ho riflettuto, sono diventata meno impulsiva e più pacata ma continuo a considerare il mio impegno per la città sacro».

più di tutto io conto sulla paura. Alla gente non frega nulla della politica. E' sufficiente un polverone ogni tanto, un po' di polemica saltuaria e già si annoiano... preferiscono il calcio alla politica. I consiglieri di maggioranza non li vedrà nemmeno ricandidati alle prossime elezioni (se non i 3 o 4 che sperano in un "posto al sole") , non vedono l'ora che finisca il mandato... se sapesse cosa dicono in privato di me... Reschigna era quello che diceva che "mai si sarebbe candidato in Regione", lo guardi oggi... cosa può dire d'altro se non "siamo sulla stessa barca"?

Quali obiettivi vuole raggiungere?
«La realizzazione del nuovo porto turistico, Villa San Remigio, la pista ciclabile da Suna a Fondotoce ma anche la nuova farmacia comunale e il market sociale. E poi c' è ancora Villa Giulia da sistemare e Villa Simonetta.
C' è chi dice che ho fatto troppe cose insieme ma il mio carattere è così: lotto su tutto per riuscire a raggiungere dei risultati e soprattutto per garantire stabilità agli abitanti».

tutto ciò che posso, se ci riesco "sono figa", se non ci riesco darò la colpa ad altri ed altri gestiranno il dissesto, guardi a Cossogno, chieda delle multe che stanno assrivando ai cittadini che non hanno fatto "la paesaggistica", si informi... In un paese normale col cavolo che facevo il Sindaco di un capoluogo di Provincia

Un' ultima domanda: vuole dare una nuova "pagella" alla sua giunta? Li vorrebbe ancora accanto per il secondo mandato?
«Questa volta do dieci a tutti.
Purtroppo so già che Marinella Franzetti (vicesindaco) e Giovanni Alba (assessore alla Viabilità) per età non vorranno più far parte della giunta e mi dispiace ma quello che posso dire è che se dovessi vincere ancora non mi fermerà più nessuno».

ha presente il casino dell'anno scorso quando ho dato le pagelle? ecco , al massimo vi anticipo che Alba e Franzetti non saranno più assessori, chiedete a loro il perchè
Patrizia Salari.
(in grassetto Renato Brignone)



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lucrezia borgia al...
lucrezia borgia
8 Agosto 2017 - 09:41
 
al brut temp cun al mal andàa.......



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti