Il blog con il giornale dentro

Un incontro importante il 27, per capire se vogliamo essere spettatori o protagonisti

La presentazione della candidatura di Carlo Bava a Sindaco di Verbania, è il momento per mettere "sul piatto" le proprie idee, oltre che per capire su cosa si è lavorato fino ad oggi. ci sarà un rinfresco? si se ogniuno porterà qualcosa... anche questa è politica nuova! :)
Immagine 1
Perchè mi piace l'idea di Carlo Sindaco? perchè non c'è paura di dire "copiamo" le idee migliori! copiamo e adattiamo le buone pratiche che esistono e sono ovunque, non abbiamo paura di dire che nel posto x , y fanno cose che potremmo far bene anche quì. Nessun "illuminato" alla guida dei più "furbi di turno", solo gente per bene, normale, stanca di essere data per scontata da partiti e personaggi autoreferenziali e arroganti.

-Un progetto fatto di obiettivi di lungo periodo, come una valorizzazione dell'entroterra. Un rapporto più stretto e collaborativo con i comuni limitrofi, con il Parco Nazionale della Valgrande, con i progetti di filiera realizzabili solo ragionando con logiche collaborative e non più autoreferenziali o "verbanocentriche". Il lavoro a Verbania deve essere pensato anche in funzione del suo entroterra montano e questo può significare molte cose...


-In termini di concretezza:
l'ambiente non è più da cementificare, questo significa valorizzare ciò che esiste in termini di volumi abitativi (stop a nuovi metri cubi edificabili, e agevolazione delle attività di ristrutturazione).

Pensare in modo innovativo i servizi sociali che non possono essere solo assistenzialismo, ma devono poter diventare un momento di scambio "servizi/tempo per la collettività". La solidarietà come occasione di crescita per chi offre e per chi riceve. Noi siamo la città, la città cresce se noi cresciamo.

Uso diverso del territorio e creazione di relazioni. Il controllo sociale (buon vicinato, rispetto relazionale) può creare benessere, un orto civico può agevolare l'economia dei più deboli, creare relazioni qualificanti, manutenere il territorio. Tanti sono i piccoli esempi per far comprendere che una città diversa dipende da ogniuno di noi.

semplicemente una città possibile
Immagine 2



2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lupusinfabula consiglio
lupusinfabula
25 Novembre 2013 - 19:44
 
Il dott. Bava si guardi dal PD: è lì, non altrove, che si annidano i suoi più veri e pericolosi nemici
Vedi il profilo di Alessandro se lupus è in fabula...noi a pollicino non credia
Alessandro
26 Novembre 2013 - 17:39
 
SE IL LUPUS E' IN FABULA..... NOI A POLLICINO NON CREDIAMO PIU' DA UN PEZZO.

Basta pensare che la politica la si può fare solo denigrando il proprio vicino, di politica, inteso come prossimità di idee e di visione.
Troppo facile fare il cinquestelle di turno sparando ad alzo zero solo sui propri simili, sperando che denigrando e indebolendo proprio coloro che con noi stanno tentando di compiere un pezzo di strada in comune (piaciuto il gioco lessicale???? ndr) si possa erodere consenso e sopravanzare. Continuare a dipingere il PD come coacervo di serpi e velenosi nemici, infangare il maggior partito liberale e progressista che la città e il territorio ha, nonchè il più rappresentativo non porterà a nulla se non a disinnamorare la cittadinanza nei confronti di una buona e proficua opportunità di rinascita di questa città e di questo territorio.
Non è prestando il fianco ai detrattori prezzolati (da rimasugli organizzativi che ancora arrogano a sè il termine di partito) che si delinea la strada per l'unione di rinascita. Semplicemente si decida se il cammino potrà essere in comune e poi si ragioni sulle sue fondamenta programmatiche e si vada al confronto di coalizione, oppure semplicemente si dichiari che non si vede un buon futuro collaborativo ed ancor più semplicemente si prendano strade seppur parallele ma distinte. Non l'ha ordinato il medico e neppure il sacerdote con il matrimonio che si debba stare assieme fin che morte ci separi........ perchè se così fosse (come diceva la buon'anima del mio nonnino) se non ci vedremo più... speriamo che sia per colpa tua.
Dignità verso tutti se poi si pretende dignità; il PD non merità tali trattamenti seppur da infingarde figure fiabesche.
Alessandro Papini



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti