Il blog con il giornale dentro

il degrado politico/progettuale di Verbania in 3 immagini

Ecco perchè la destra di PDL (Forza Italia) , Lega e compagnia cantante non dovrebbe più governare Verbania. Ma anche qualche riflessione su una sinistra (sociale e politica) ancora molto disunita, che non consente a nessuno di "cantar vittoria".
Zacchera, PDL e Lega hanno definito questa zona di verbania "area degradata" (la foto quì sotto ha un anno)
Immagine 1
Zacchera, PDL e Lega NON hanno definito questa zona di verbania "area degradata" (la foto è di oggi, ma un anno fa era uguale)
Immagine 2
Non hanno previsto in 4 anni di intervenire su questo stabile, forse lo ritenevano decoroso ed efficiente...???! Come si può pensare di affidarsi a una destra che amministra evidentemente in astratto, ideologicamente?

Ecco il risultato del loro amministrare, la foto quì sotto mostra 2 miliardi di vecchie lire buttati al vento, distrutti per l'ego e l'incapacità politica di pochi (spero che siano chiamati a risponderne in solido)
Immagine 3

La sinistra ha i suoi bei problemi, non si sa ancora chi parteciperà alle primarie, i nomi del PD non sono ancora tutti usciti. Carlo Bava giustamente attende di sapere se esista un denominatore comune tale da giustificare una coalizione, ricordiamo che le linee programmatiche che accompagnavano la sua presentazione alla città come candidato Sindaco erano 4 e molto chiare:
1-l'ambiente non è più da cementificare, questo significa valorizzare ciò che esiste in termini di volumi abitativi (stop a nuovi metri cubi edificabili, e agevolazione delle attività di ristrutturazione).
2-Pensare in modo innovativo i servizi sociali che devono poter diventare un momento di scambio "servizi/tempo per la collettività". La solidarietà come occasione di crescita per chi offre e per chi riceve.
3-Stop alla politica delle "grandi opere", è il momento della progettazione partecipata, di un uso diverso del territorio e creazione di relazioni. Il controllo sociale (buon vicinato, rispetto relazionale) può creare benessere, un orto civico può agevolare l'economia dei più deboli, creare relazioni qualificanti, manutenere il territorio.Piccoli esempi di una politica vera.
4-Un progetto fatto di obiettivi di lungo periodo, come una valorizzazione dell'entroterra. Un rapporto più stretto e collaborativo con i comuni limitrofi, con il Parco Nazionale della Valgrande, con i progetti di filiera realizzabili solo ragionando con logiche collaborative e non più autoreferenziali o "verbanocentriche". Il lavoro a Verbania deve essere pensato anche in funzione del suo entroterra montano e questo può significare molte cose...

Con tutti i limiti che ha chi fa politica senza essere un grande partito, Carlo Bava ha messo sul tavolo temi importanti e sta trovando ottimi argomenti a sostegno, la mia paura , che scrivo quì per esorcizzare (ho qualche esperienza in proposito) , è che qualcuno aspetti l'ultimo minuto per farsi avanti, per porre sul tavolo temi che dividono anzichè unire. La pessima politica l'abbiamo vista tante volte anche a sinistra, è per questo che malgrado la destra verbanese sia stata la peggiore amministrazione mai avuta, io ancora non sono tranquillo... troppi "volponi" ancora stanno tramando dietro le quinte ;) .
Meditate gente , meditate



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di renata rossi paura
renata rossi
26 Settembre 2013 - 18:16
 
questa paura ce l'abbiamo in tanti



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti