Il blog con il giornale dentro

Cosa dice la GGGente?

...e adesso? Adesso ha davvero vinto il Sindaco? E contro chi? Perchè se uno ha vinto qualcuno ha perso...

Cosa dice la GGGente?
Immagine 1
Cosa dice la GGGente non lo so, questa è cosa che sa solo il Sindaco, talmente delirante nel fare di testa sua e argomentare che lei fa quello che le chiede la GGGente da meritarsi una interpellanza già a Settembre 2015. Oggi so, anzi sappiamo tutti ( e anche il Sindaco ne prenderà atto) , quello che dicono gli ELETTORI, i cittadini consapevoli, quelli che se li chiami a dire il loro punto di vista si trasformano da "GGGenate" a "CITTADINI".
I Cittadini non vogliono la privatizzazione del crematorio di Verbania, per lo meno sappiamo che in mancanza di garanzie non la vogliono e che se il forno resta pubblico i verbanesi si sentono più garantiti. Ciò è talmente vero, che lo stesso PD ha modificato sul tema specifico la sua azione politica: da un voto per la privatizzazione con delega in bianco alla Giunta , a delega con paletti ... Il PD (con voto di parte delle minoranze) ha infatti modificato con una mozione la delega alla privatizzazione eliminando l'opzione "Project financing", quando si sono accorti del rischio (di cui li avevamo avvisati) a cui andavano incontro.

Onore al merito, si sono accorti dell'errore e hanno provato a porvi rimedio, mettendosi anche in una situazione difficile, di conflitto aperto col Sindaco, ma senza il coraggio necessario per riconoscere apertamente l'errore ed evitarci il referendum.

E adesso? Adesso possono accadere tante cose, tutto dipende da quanto questa guerra aperta tra PD (che voglio ripeterlo ha fatto comunque una scelta non scontata e difficile) e Sindaco durerà e su che piano verrà combattuta... intanto gioiamo per una vittoria della democrazia, poi vedremo la profondità di analisi di cui sarà capace questo Sindaco arrogante e questo PD troppe volte pavido e supino al Sindaco.


Il pezzo quì sopra in corsivo, lo avevo scritto oggi pomeriggio convinto che saremmo arrivati al quorum, invece no! Paradossalmente questo non semplifica la questione politica, anzi, la complica parecchio. I dati veri li scopriremo domani. Scopriremo che non siamo arrivati lontani. Poi ognuno viaggerà con le proprie interpretazioni: gli astensionisti ci diranno quanto sono furbi, il Sindaco ci dirà che il forno non è un tema che interessa la città, e chi ha voluto il referendum cosa dirà?
Ora parlo per me, vi dico che questa pessima politica allontana le persone, che questo referendum (come quello sulle trivelle) non si sarebbe dovuto fare se fossimo in un paese serio, perchè ne si sarebbe discusso nelle sedi appropriate, vi dico che in fondo il comitato per il "SI" ha vinto comunque, perchè ha spinto il PD ad aprire gli occhi e a prendere una posizione che nei fatti non permetterà che il forno venga privatizzato, perchè mancano le ragioni oggettive per farlo. Oggi si sa che un privato dovrebbe aumentare a dismisura i numeri di cremazioni per renderlo economicamente appetibile e ciò è un oggettivo problema ambientale. Tutto ciò che si sarebbe dovuto discutere in commissione si è discusso in questi ultimi giorni , e grazie al comitato per il "SI". Oggi il referendum non ha risolto la questione forno, ha fatto scoppiare il prioblema "PD Vs Marchionini". Grazie a tutti quelli del comitato per il "SI", grazie per l'impegno, per la passione e per energia e tempo dedicati a questa avventura.
...e perchè no? Grazie anche al PD, che anche se tardivamente ha accettato implicitamente di riconoscere l'errore e in qualche modo ci ha messo una pezza, e auguri, ne avete bisogno, una Marchionini convinta di avere vinto non sarà facile da gestire, ma se è vero che la "musica è cambiata", sarà un gran lavoro organizzare un nuovo concerto.







4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Livio Non conosco...
Livio
17 Aprile 2016 - 23:48
 
ancora il risultato, ma una cosa è palese. Parecchie persone sono andate a votare nonostante il boicottaggio da parte del comune. Questi hanno fatto di tutto per non divulgare, ma ciò nonostante la gggente ha risposto. Il sindaco non può non tenerne conto e vedremo se riuscirà ad abbassare le ali e a calarsi in mezzo ai cittadini magari ascoltare. Certo che il
PD ha un cammino non facile... ma forse qualcun altro gli spianerà la strada!!!
Vedi il profilo di Alessandro Papini Ma 2+2 non faceva 7 ?
Alessandro Papini
18 Aprile 2016 - 10:42
 
Se il comitato avesse vinto anche solo di 10 voti, apriti cielo, tutti a gridare al miracolo, tutti a dire che la città ha chiaramente espresso una posizione, ineluttabile e che il forno DEVE rimanere pubblico.
Poi avviene il fatto strano: IL COMITATO PERDE PER 700 voti, voto più, voto meno (non 10, non ha vinto di 10) E COSE SIETE CAPACI A DIRE?????: che comunque il comitato ha vinto!!! Ha vinto perchè tante persone hanno votato (non dite tra i votanti quanti hanno detto sì e quanti hanno detto No!!!).
Poi la cosa ancora più buffa è l'attribuirsi i quasi 86xx voti necessari al QUORUM, non ALLA VITTORIA.
E se aveste vinto con il 51% dei votanti necessari (circa 4300) avreste gridato al miracolo di partecipazione, di espressione, di sfiducia.... di tutto quello che ci si può trovare in una busta di minestrone 15 verdure, insomma.
Quindi avreste spacciato per maggioranza assoluta del volere cittadino 4300 espressioni singole su oltre 20.000 votanti iscritti in città.

Ecco che i numeri si possono leggere come si vuole, mi ricordo ancora i discorsi di certi Forlani, Martinazzoli che andarono in televisione a declamare che il tracollo del loro partito era da interpretare comunque come una vittoria: "Abbiamo perso meno di quello che i malpensanti ci auguravano...."

UNA MAGRA CONSOLAZIONE!!!

Poi ribadisco che ho votato, convintamente ho espresso la mia posizione, credo nel valore dell'espressione del voto.... ma ora prendo atto dei numeri e della volontà dell'elettorato.
Qualunque sia il mio pensiero, il mio orientamento, essendo chiamato a svolgere un ruolo pubblico devo tenere conto di questi numeri, che mi dicono che il forno non deve per forza rimanere pubblico e con questo fatto devo e dobbiamo fare i conti.
Indipendentemente del mio pensiero personale che ho apertamente espresso, a favore o contro non importa, ora importa l'espressione della volontà dei verbanesi: NON HANNO DETTO CHE IL FORNO DEVE RIMANERE PER FORZA PUBBLICO.

Adesso lavoriamo in commissione, in consiglio, nelle nostre sedi...... e magari (finalmente) con i cittadini, per disegnare un servizio dal futuro certo e duraturo e sostenibile ed ecologico e decentrato ed accogliente..... e chi più ne ha più ne metta.

Alessandro
Vedi il profilo di renato brignone Caro Papini il tuo commento mi fa tristezza
renato brignone
18 Aprile 2016 - 10:56
 
Niente, adesso vale la volontà popolare che secondo qualcuno sarebbe per l'esternalizzazione, adesso se ne parli in commissione... Ma Papini, tu siedi in consiglio, questo desiderio di discutere ti rendi conto che è tardivo? hai ben presente che nei dibattiti (spesso disertati dal PD) è emerso con grande chiarezza che non ci sono i numeri per privatizzare se non a rischio concreto di inquinare? Io che non sono mai stato contro la privatizzazione e che prima del voto in consiglio vi ho chiesto di fare chiarezza e di discutere di numeri ho dovuto sostenere il SI al referendum, e tu (e il PD) che avete taciuto quando dovevate parlare , ora saltate fuori dicendo di discutere quando i numeri sono chiarissimi? sveglia, questa situazione fa perdere tutti, soprattutto la politica. Adesso aspettiamo che ci convochiate a parlare di numeri che noi conosciamo bene , perchè a differenza tua e del tuo partito, ci siamo informati per tempo... e aspettiamo che ci diciate che NON CI SONO LE CONDIZIONI PER PRIVATIZZARE.
Vedi il profilo di paolino cosa avrei detto io
paolino
18 Aprile 2016 - 14:20
 
cosa dice la ggente non lo so,ma me lo immagino.
cosa avrei detto io ,se verbanianotizie non avesse deciso che non posso più commentare, è che questi personaggi che celebrano il fallimento di un referendum mi ricordano molto quegli imprenditori incapaci che gioiscono quando un concorrente fallisce,senza capire che i prossimi
saranno loro.
pagina deprimente della storia recente.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti