Il blog con il giornale dentro

Inaffidabile

Sono il quinto di una sfilza di fratelli. Il primo ricordo che ho di un'offesa ricevuta da uno di loro era che ero "inaffidabile", non ricordo chi e perchè mi disse così, so che decisi quel giorno che la mia parola sarebbe valsa sempre come un contratto firmato. Da allora (o quasi, non esageriamo) , sto attento a ciò che dico, perchè voglio poter sempre mantenere fede alla mia parola. Per questo comprendo chi si arrabbia con me ma non chi mi da dell'"inaffidabile".

Inaffidabile
Immagine 1
La verità del Consiglio di stasera è che in maggioranza, sta storia di privatizzare "al buio" il forno crematorio, senza paletti e senza certezze non va giù a tutti. E' anche molto vero che nessuno nel PD vuole tornare ad elezioni, e con il Sindaco che ci ritroviamo ogni scelta politica sembra un caso personale, una questione di "vita o di morte".
Imbarazzante sentirsi dire che con il sottoscritto non si può "far nulla" perchè sono "inaffidabile". Per quanto riguarda la questione specifica la posizione politica che appoggio è quella espressa ad ottobre da "Una Verbania Possibile", nessun pregiudizio alle privatizzazioni se vengono fatte a carte scoperte e se ne dimostra la convenienza. Per il forno crematorio non vi è trasparenza e non è dimostrata la convenienza.
La proposta di deliberazione che si voterà stasera in Consiglio dice semplicemente: "ritirate la delibera" Immagine 2, dopo quest'atto che sarebbe il minimo del decoroso per aprire un dialogo , tutto può essere discusso.
Se alla maggoranza sta bene privatizzare al buio, lasciare che il sindaco faccia ciò che vuole quando e come vuole, non sarò io a fermarlo, non ho i numeri (perchè ci hanno fatto ben capire che contano SOLO quelli), ma almeno non si sciacquino la coscenza sulla mia supposta inaffidabilità!
Trovo triste la politica fatta con i "messaggini". Mi si dica (magari almeno per telefono se non si ha voglia di guardarmi in faccia): Renato ti va di discutere di politica? ci garantisci riservatezza? ... ci si siede attorno a un tavolo e si discute. Non ci sto a far passare il messaggio che se un provvedimento non passa è colpa mia, ma scherziamo? sono 2 anni che mi dicono che non conto nulla, che vengono ignorate le mie istanze?
Vedete, non c'è forno, CEM o commissione che valga la mia integrità. Possiamo discutere di tutto e pure in segreto, nella politica ci stà, ma io non faccio il lavoro "sporco per nessuno" , qualcuno si interroghi sul significato di RESPONSABILITA', perchè pare che oggi in molti alzeranno le manine senza assumersi quest'onere e convinti che avallare il potente di turno sia il compito a loro assegnato, faccia parte nel migliore dei casi, di un "piano strategico"In fondo, sostengo ciò che sostiene una parte significativa del PD, nulla più nulla meno.
Ci si vede in Consiglio stasera e vada come vada.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti