Il blog con il giornale dentro

Scusate, ho esagerato, mi sono fatto prendere la mano...

Quello che i politici non diranno mai, quello che li renderebbe più "umani". Più di 60 mila euro in cene e spese di rappresentanza meriterebbero almeno uno : "scusate , ho esagerato...". No, i notabili locali si trincerano dietro una generica affermazione di legalità . Ma noi pretendiamo etica, ben più della legalità, ne avete?
La stampa e Azzurra tvci dicono dell'interrogatorio di Cattaneo .
Immagine 1
Personalmente ho poco interesse a sapere se quei soldi sono stati spesi nella legalità o al di fuori di essa. Un giudizio morale sull'accaduto si può già dare. Per fare un paragone sempre in ambito politico : é magra consolazione che ora ci venga detto che la legge elettorale con cui abbiamo già votato 2 volte é sospetta di incostituzionalità , giá eravamo disgustati del suo funzionamento a prescindere, ma la politica non é intervenuta.

Oggi sappiamo che la stragrande maggioranza di chi fa politica "si ingrassa a spese nostre" . Certo in retorica e chiacchiere tutti sono lí a soffrire e sudare per noi, e anche quei 60 mila euro per mangiare e regalare ogni bene in rappresentanza , saranno certamente serviti a fare il NOSTRO interesse. Io continuo a pensare che qualche scusa ogni tanto non farebbe altro che del bene, che qualche "generoso" politico locale potrebbe anche decidere che é ora di farsi da parte... Invece no! Tutti nella legalità , tutti per il nostro bene... Anche basta!



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti