Il blog con il giornale dentro

Come ci si fa una "verginità" in politica? Cambiando partito!


Come ci si fa una "verginità" in politica? Cambiando partito!

Una riflessione dal "locale" al "nazionale", andata e ritorno. Partiamo dal disgusto per un amministrazione verbanese autoreferenziale e incapace di ascoltare le istanze che arrivano dai cittadini, per fare ciò ricordo il tema del teatro che non finirà con questa legislatura, in cui PDL e Lega si sono "retti il sacco" facendo il danno della città ( ma questa mia opinione necessita di un po' di tempo per essere verificata in toto) .


Ecco, i partiti che hanno vinto le elezioni a Verbania, non sono già più quelli che la amministrano. In consiglio comunale siamo pieni di "Fratelli d'Italia" (ed io mi sento sempre più "figlio unico"), poi ci sono il PID , i riformisti che si rifanno a Stefania Craxi ecc.ecc. Insomma tutto é cambiato, ma nulla é cambiato. Nel nostro piccolo un normalissimo (nel senso migliore del termine) consigliere comunale di maggioranza come Fabio Volpe Sciumè , in contrasto col suo partito (il PDL) in tempi non sospetti ebbe posizioni critiche e uscì da quel partito venendo per tale gesto "massacrato" dai "suoi" . Oggi lo fanno tutti ma per più comodi alloggiamenti , per potersi dire " IL NUOVO" . Ma cosa cambia? Lo diceva bene Renzi: "in Italia cambiano i nomi dei partiti , ma non cambiano mai i dirigenti, e la musica é la stessa".

Ormai lo sappiamo bene, Monti lo ha dimostrato ancora una volta, la società civile é una bufala, nei partiti c'é la società civile , tal volta é organizzata e ha connotazione chiara, tal volta é semplicemente fagocitata. Non c'è una società buona e un partito cattivo, c'è corresponsabilità . Digeriamoci quindi queste assurde elezioni, questa nuova dose di doppiezze e di finto rinnovamento (che per giochi sporchi ancora si alleerà coi Cosentino gli Scajola e i Dell'Utri) , che terrà in piedi amministrazioni locali decotte e farà onorevoli soggetti di dubbio valore etico morale, e rassegnamoci: o ci decideremo a "sporcarci le mani" in prima persona , o perderemo il diritto di lamentarci.

Ancora una volta i territori silenti si beccano i candidati scelti dalle segreterie dei partiti. Il VCO , un territorio che ha la popolazione di n quartire di Milano é più spaccato che mai, e questo grazie anche ad una amministrazione provinciale che tutto ha fatto fuorché creare squadra, fare sistema ( a proposito chissà che farà politicamente Nobili, chi gli offrirà di più?).

Sono francamente un po' confuso, questa politica continua a disgustarmi, ma con un po' di ironia e ottimismo sul lungo periodo ( e chi é genitore ha il dovere di coltivare del l'ottimismo sul futuro) , magari ne si viene fuori


Immagine 1


 Fonte di questo post



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Fabrizio Caretti commento
Fabrizio Caretti
30 Marzo 2013 - 19:42
 
ABBANDONARE LA CASA DELLE LIBERTA'



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti