Il blog con il giornale dentro

Grandi numeri dal futuro (*sondaggio)


Grandi numeri dal futuro (*sondaggio)

Immagine 1Leggo su EcoRisveglio un articolo in cui Giacoletto - direttore generale ASL VCO - spiega in maniera molto poco equivocabile che il punto nascite a Domodossola andrà chiuso perché le direttive regionali prevedono un certo numero minimo di parti per tenerlo aperto.


Ha un suo senso, si potrebbe magari dire.


Se nel resto dell'articolo fosse riportata poi una eventuale spiegazione del direttore su qual è questo numero minimo sarebbe stato apprezzato. Qualcuno (dei nostri venticinque lettori, permettetemi il lusso di questo modesta citazione) lo sa? aggiornamento: ne parlano in una lettera aperta della redazione su VCOazzurra TV (scorrete o effettuate una ricerca sulla pagina con la parola "ASL" per trovare la lettera).


Se, poi, ci fosse stata riportata una speculazione del signor direttore generale ASL sul perché il numero di parti sia così basso da essere sotto "norme" e il suo pensiero in merito; giacché, per applicare delle normative regionali scritte altrove, non è che ci voglia un direttore generale.


Secondo me, infatti, il punto diventa rapidamente: a quando la chiusura anche di Verbania? In fondo, da una valle in Ossola una volta sceso fino a Verbania si fa in tempo ad arrivare a Borgomanero. E conosco già adesso molte famiglie che hanno scelto di partorire lì "perché non si fidavano di Verbania". Oppure potremmo reintrodurre la figura dell'ostetrica di paese: io sono nato in casa, nel 1972, in un paese di 700 abitanti, a gennaio.


Qualunque che sia la soluzione proposta quale soluzione è stata proposta?


Vorrei provare a fare un piccolo sondaggio: voi dove siete nati? (con possibilità di risposta libera)



 Fonte di questo post



10 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di roberto mattioli commento
roberto mattioli
30 Marzo 2013 - 19:42
 
ricordo di aver sentito un numero di 1000 nascite sul territorio, riducibili a 500 conferenza-intervista a Cota , che era passato da Domo per altro
Vedi il profilo di eewee commento
eewee
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Leggendo la lettera aperta di Bernardino Gallo (segui il rimando nell'articolo stesso) si potrebbe dedurre che fossero circa 200 i parti annui a Domodossola e che sono intorno ai 600 quelli a Verbania Eppure io non credo nascano poco più di due bebé al giorno (2,19), in tutta la provincia.
Vedi il profilo di Alberto Bionda commento
Alberto Bionda
30 Marzo 2013 - 19:42
 
quando un bambino morirà durante il parto anche un Cota riuscirà a capire che non si può confondere un servizio essenziale con un costo da tagliare
Vedi il profilo di eewee commento
eewee
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Perfettamente d'accordo. Ma senza voler difendere Cota (proprio io!) ti rimbalzo la domanda: basta tenere aperto un punto nascite? Magari con personale che vede troppi pochi casi per esser poco più che un posto paragonabile a una casa con un'ostetrica un po' brava? La distanza Domodossola-Verbania è risibile, considerata l'autostrada, appena 30 km. Il punto è la gran fuga verso Varese e Borgomanero, secondo me, la cui risposta non può essere SOLO la chiusura del punto nascite di Domodossola.
Vedi il profilo di Gianni Ferretto commento
Gianni Ferretto
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Parlo da ex medico dell'ospedale di Verbania, Ginecologo ormai in pensione. La mia opinione può quindi essere considerata di parte, ma i fatti sono questi:1- a Verbania lo scorso anno sono nati circa 650 bambini 2- la distanza non è mai 1 problema quando fa comodo, tanto è vero che c'è chi sceglie di andare a partorire altrove e non se ne preoccupa affatto (tra gli altri la compagna di Max Blardone, ossolano, ha scelto di partorire a Varese, non a Domo nè a Vb) e per anni in passato si andava da Cannobio a Premosello per esempio. La distanza diventa 1 pretesto quando si vuole esaperare il problema, ma allora dirò che ci sono casi (1 massivo distacco di placenta x ex.) in cui anche l'ospedale sotto casa può non essere sufficientemente vicino. Chiaro che 1 parto fisiologico può avvenire ovunque, ma la complicazione può esserci sempre.3- per quanto riguarda i numeri minimi dei punti nascita basta guardare il piano sanitario regionale, dove si dice a chiare lettere che quelli con un n^ di parti inferiori a 500 vanno chiusi, e questa affermazione è presente anche nelle linee guida della SIGO (Società Italiana Ginecologie e Ostetricia): è dimostrato che nelle piccole realtà il rischio è maggiore, non per i parti fisiologici, ma per le emergenze che sono più facilmente affrontabili e risolvibili quando il numero degli addetti è sufficiente e garantisce l'allestimento rapido di una sala operatoria. Qualcuno si è mai chiesto quante persone ci vogliono per tenere in funzione un reparto che deve funzionare h24? Provate a fare i conti solo sul personale medico e ostetrico (l'ostetrica è quella figura professionale che materialmente aiuta la donna a partorire): tra ferie, riposi,smonto notti ecc . se qualcuno è pratico di turni lo capisce subito che ci vuole un sacco di gente. Sarebbe meglio avere un unico ospedale che funzioni bene piuttosto che 2 nessuno dei quali è in grado di offrire un servizio ottimale. Certo se questo ospedale fosse ubicato in una zone il più possibile baricentrica sarebbe meglio e Gravellona (non Piedimulera) sarebbe stao l'optimum, equidistante dal Cusio, dall' Ossola e dal Verbano e ben collegata tramite l'autostrada, ma la razionalità non è di questo mondo..
Vedi il profilo di eewee commento
eewee
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Grazie dottore. Concordo in tutto e per tutto, anche per esperienze personali, sia di natalità che lavorative. E soprattutto su quella chiosa: "la razionalità non è di questo mondo". Specie quello politico? Tra l'altro, per la questione della località, da emigrato in questa provincia nel 2003 ho fatto la stessa immediata considerazione.
Vedi il profilo di fabrizio commento
fabrizio
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Vorrei ricordare che i soli 30Km che uniscono Verbania a Domodossola, sono parzialmente di superstrada(pessima) il resto statale a lenta percorrenza vorrei ricordare che l'Ossola è un territorio ben più vasto e che nn inizia e finisce a Domodossola, invitandovi a prendere un auto e farvi Macugnaga/formazza/Antrona fino a Verbania per farvi capire il problema dove sia. Vorrei ricordarvi che il problema, nn esistendo struttura aVerbania sarebbe ugualmente grave per la donna di Cannobio che farebbe prima a scappare in Svizzera. Vorrei ricordare al medico in questione, che se i ginecolgi in servizio a verbania facessero turnazioni come in ogni ospedale anziche evitare le notti e i festivi, nn costerebbe 500mila euro all'anno il lavoro di gettonisti in loco provenienti da fuori. Vorrei ricordare che non è la salvaguardia del vicino e comodo luogo(finche "luogo" nn si trasformi in loculo, a seguirto di un emergenza) sotto casa ad interessare, bensi un diritto sancito dalla Costituzione ad avere precise garanzie in termine di Salute e sicurezza..vorrei altresi ricordare che dei circa 550 parti in Vb 150 sono ossolani, mandati proditoriamente a Verbania per scelte politiche e non mediche(a Domo certe prestazioni nn sono possibili per scelte del Primario) nonche fuori provincia dati documentabili, non chiacchiere. Vorrei ricordare che se alcune partorienti ossolane e verbanesi nn si fidano della struttura verbanese e migrano non è colpa di Domodossola avrei anche da ricordarvi molto altro ma mi rendo conto di aver rubato già spazio saluti.
Vedi il profilo di Moreno Marzaroli commento
Moreno Marzaroli
30 Marzo 2013 - 19:42
 
si chieda anche come mai la mobilitazione passiva dalla provincia è così alta?come mai lo era gia da anni da verbania e come hanno fatto ad aumentarla a Domodossola il cui punto nascite e universalmente apprezzato dalla popolazione?
Vedi il profilo di giada commento
giada
30 Marzo 2013 - 19:42
 
Per me è uno schifo, sono una mamma in gravidanza il mio primo figlio ha 6 anni ed è nato a Verbania, conosco molto bene l'ospedale sia di VB che Domo visto che ci lavoro e vi diro' se non posso parorire a Domodossola andro' a Borgomanero, vista la precedente esperienza a VB e visto che vedo come si lavora non ci penso neanche lontamente a partorire li! Sono profondamente delusa che gli ospedali nel VCO proprio non funzionano!! NON E' GIUSTO!!!
Vedi il profilo di marinaeva commento
marinaeva
30 Marzo 2013 - 19:42
 
la mia prima figlia e nata velocissima il tempo di arrivare a domo 10 km entrare in sala parto e farla nascere se dovevo andare a verbania con i solo 30km la faccevo in macchina a fondotoce, sono in attesa del secondo figlio dovro' spiegargli che ci vuole tempo ad arrivare a verbania perche' nellle ore di punta da gravellona a verbania ci vuole mezzora come ridere perchi la strada la fa tutti i giorni e una nascita non la programmi ne decidi tu quando andare in ospedale e a che ora far nascere tuo figlio se fosse cosi semplice problemi zero per tutte le partorienti e intanto ultimamente aumentano i bambini morti chissa come mai complimenti se la donna di max blardone va a varese a partorire e' perche lei la stanza riservata se la puo' permettere noi non siamo tutte donne di personaggi famosi che paragoni schifosi e inutili



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti