Il blog con il giornale dentro

Povera politica o politica povera

Surreale

Povera politica o politica povera
Immagine 1
Il clima surreale in cui manca il confronto politico ma è pieno di scaramucce infantili , ha coinvolto anche il sottoscritto. Ho ricevuto una sanzione decisamente fuori da ogni logica, di seguito il ricorso che giovedì presenterò al Prefetto:
Verbania 13/05/2019
Egr. Sig. Prefetto di Verbania,
La presente è per far ricorso al verbale n. 3072/2019/COM Notificatomi in data odierna dal Corpo di Polizia Locale di Verbania.

Questi i fatti: mi viene contestato che in data 08 Maggio 2019 viene riscontrato che alcuni miei manifesti elettorali sono attaccati fuori dagli spazi assegnati.

Siccome faccio della correttezza un punto d’onore, a mia discolpa segnalo che mi viene comunicato in data 30 Aprile quali fossero gli spazi a me assegnati e mi viene suggerito di affiggere i manifesti solo dopo la numerazione dei tabelloni , pena il rischio che vengano rimossi (NESSUNO MI HA DETTO CHE IN CASO DI ERRORE POTEVO INCORRERE IN CONTRAVVENZIONE) – Allego la mail del Comune che conferma quanto asserisco.
Decido di procedere con l’affissione dei miei manifesti , in modo che siano visibili per la festività del primo Maggio, ma a causa di un errore interpretativo, ne metto anche uno in posizione scorretta. Appena me lo fanno notare vado subito all’ufficio elettorale e chiedo come devo comportarmi, e in data 4 Maggio ricevo una mail (che allego) , nella quale mi viene detto che provvederà il Comune alla rimozione dei manifesti erroneamente apposti, infatti non è ancora stata fatta la pulizia dei residui delle passate elezioni.
L’8 Maggio, data della violazione che sono a contestare, ricevo una telefonata dal Comando dei Vigili, in cui mi viene chiesto, stante il ritardo del Comune nel fare pulizia degli spazi elettorali, di provvedere autonomamente alla rimozione dei manifesti affissi nelle posizioni scorrette, e la sera stessa provvedo alla rimozione, come testimonia un post che ho messo sulla mia pagina social in cui racconto proprio di questo mio errore (allego stampa del post). Alle 21.49 dell’8 Maggio , dopo l’avviso dei Vigili , nella stessa giornata, e malgrado avessi conferma che il Comune avrebbe provveduto, ho provveduto personalmente a eliminare l’errore.
Per tutto ciò che ho raccontato e documentato, disponibile anche ad un incontro presso di Lei, ritengo che la sanzione che mi è stata notificata, non abbia ragione di esistere.
Distinti saluti
Renato Brignone

Ci tengo a specificare che sia i Vigili che il personale del Comune è sempre stato cortese e disponibile, ma temo che anche in questi fatti minori la cattiva politica produca sciocchezze.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti