Il blog con il giornale dentro

Non mi rompete le palle, io sto con Mattarella

Fb è un ricettacolo di disinformazione (se approcci con rabbia e stupidità), ma è anche il luogo della controinformazione se hai voglia di provare davvero a capire e farti una opinione.

Non mi rompete le palle, io sto con Mattarella
Immagine 1
Nessuno mi toglierà dalla testa , che se siamo in questa pessima situazione politica, è perchè in troppi si sono disinteressati e hanno lasciato spazio ai "senzamestiere" che hanno visto nella politica non il luogo dell'impegno, ma l'opportunità di una carriera e di facili guadagni.
Mettici un PD amareggiato che, per "ritorsione" e senza maturità, ha spinto i 5 stelle nelle braccia di una lega più populista che mai, e il gioco è fatto.

Oggi sono tutti costituzionalisti, e in due righe sui social vogliono spiegarmi/ci quanto io ( e molti altri) siamo ingenui , (nel migliore dei casi) ma la questione la spiego con parole non mie:

assistiamo a un serio tentativo di istigazione alla rivolta. Politici neoeletti che evidentemente della storia della Repubblica italiana conoscono solo le basi che cercano di spingere i propri elettori a scendere in piazza.

A me onestamente questo preoccupa, perché mai come oggi la categoria degli elettori è facilmente suggestionabile. Un tempo, basando ciò che sapevano di quel che avveniva su ciò che diffondevano giornali e media, perlomeno c’era una mediazione. Oggi sono i politici (anche quelli inesperti) a comunicare direttamente e in tempo reale all’elettorato, fomentando, indignando, raccontando mezze verità. E il popolo purtroppo non ha elementi sufficienti per capire.
Nel frattempo, raccontando ulteriori sciocchezze ci sono svariate pagine che stanno cercando di indignare contro il nostro Presidente della Repubblica, ma che forse, per una volta, ne pagheranno le dovute conseguenze...

Non credo sia necessario aggiungere altro.


Questo pensiero è tratto dal sito di butac.it, questo l'articolo , un sito che smonta le "bufale" e che prova a spiegare "al popolo" , (quello a cui in tanti si appellano per il diritto di scelta che a "il popolo" sarebbe stato negato) come viene manipolato e come , proprio per la semplicità di manipolazione che vediamo, queste masse di "coglioni da tastiera" , non hanno speranza di costruire qualcosa di buono.
Badate bene, i "coglioni da tastiera" non sono di un partito o di un movimento, sono trasversali, credono a ciò che gli dice la pancia e di sicuro sono ovunque... per questo non crederò mai nella democrazia diretta, e anche quì ci sono eccezioni.

Alla fine dopo tante parole sono le buone battute che spiegano più in fretta i contesti e le situazioni, per questo credo che se non hai il senso dell'umorismo non potrai mai essere un politico decente Immagine 2

Detto questo, se Mattarella ha una responsabilità , è per quando fu ministro della difesa, ma questa è un'altra storia...



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti