Il blog con il giornale dentro

Tra "Davide e Golia" c'è posto per la verità?

Vengo attaccato, insultato, denigrato a mezzo stampa e chi lo fa dice che io insulto, mento, denigro ecc ecc... Nell'articolo di Eco la sintesi di quanto avvenuto. Non serve che aggiunga altro, è tutto registrato, se il Sindaco non teme la verità può semplicemente autorizzarmi a rendere pubblica quella registrazione anzichè infamarmi scioccamente.

Tra "Davide e Golia" c'è posto per la verità?
Immagine 1Immagine 2
Annuncia l' intenzione di ricorrere alle vie legali - «mi rivolgerò alle sedi competenti per difendermi» le parole utilizzate in queste ore - il sindaco di Verbania Silvia Marchionini per quelli che definisce «attacchi strumentali che nulla c' entrano con l' opposizione e la critica» riferendosi al consigliere di minoranza di Sinistra & Ambiente Renato Brignone.
«In questi 42 mesi ho preferito evitare di rispondere quasi sempre alla personale ossessione nei miei confronti che Brignone vive, con toni ogni giorno offensivi e denigratori. Il consigliere con falsità e modi minacciosi in ogni capogruppo a cui ho partecipato e in ogni consiglio comunale, o commissione, usa parole gravemente diffamatorie e lesive della dignità personale col solo intento della polemica e del litigio, verso chiunque non la pensi come lui. All' ennesima occasione, il 10 gennaio, ho inteso tutelare la mia persona e il Comune come istituzione e soprattutto l' interesse della città, da chi crede che urlando e insultando sul piano personale otterrà la fine anticipata di questa amministrazione». «Sindaco, se è vero ciò che dice mi autorizzerà a rendere di dominio pubblico la registrazione della scorsa capigruppo, in modo che lei stessa la possa fare avere a tutte quelle "sedi opportune" ove intende tutelarsi - replica Brignone - anche perché io sarei un po' stanco di essere insultato per le mie posizioni che altro non sono che posizioni politiche di chi rappresenta un gruppo che vede le cose in modo diverso da lei, e nulla più». A gettare legna sul fuoco di un rapporto da sempre difficile non ci sarebbe infatti, almeno a sentire Brignone, soltanto il "clima" della riunione del 10 gennaio e la sua proposta di calendarizzare in consiglio comunale la discussione, proposta dal Movimento 5 Stelle, relativa alla mancanza della certificazione anti incendio dei gusci del Cem, ma anche la lettera inviata dal consigliere di minoranza al presidente del consiglio comunale con la formale richiesta di provvedere alla registrazione delle commissioni capigruppo.
«Più volte io sono stato insultato - chiude Brignone - ma ora il sindaco cerca di far passare un altro messaggio».


Già che ci sono, c'è un secondo scontro "Davide Vs Golia". nei giorni scorsi ho chiesto che il PD dicesse qualcosa sull'inquinamento all'ex gasometro e oggi Eco pubblica un articolo che riporto qui sotto:
Immagine 3

Ho , a questo punto, una seconda domanda: "cosa cavolo ha detto Scalfi? Qual è la sua posizione? La posizione del PD?" ... possibile che il famoso "Catalano" (Quelli della Notte) si sia impossessato di lui e l'unica cosa sensata che riesce a dire è " ...non è positivo lasciare in città un cantiere a metà..." -grazie al C ... direbbe qualcuno.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti