Il blog con il giornale dentro

Rituali e litanie, ma alla fine sempre le stesse modalità

Anche il nuovo coordinatore di SEL dice la sua sulle primarie, ma se si toglie un po' di retorica, qualche "attacco" per "addetti ai lavori", la lista della spesa sui grandi concetti, non rimane la tanto decantata concretezza, rimane una frase: "Le primarie del 23 febbraio sono il primo gradino, poi chiunque vinca, sarà il candidato sindaco che sfiderà le destre, Carlo Bava e il Movimento 5 Stelle per la corsa finale."

Rituali e litanie, ma alla fine sempre le stesse modalità
Immagine 1
quì le riflessioni del coordinatore di SEL Emanuele Vitale.
Personalmente mi ero ripromesso di non intervenire più per puntualizzare le distorsioni che spesso vengono messe in giro da chi avrebbe voluto porsi come "alleato", ma ho la fortuna di avere un blog piuttosto seguito e la "sfortuna" di essermi assunto l'impegno morale di confutare tutte le sciocchezze politiche locali che potrò (parlando sempre a titolo personale).

Quindi, ancora una volta un autorevole esponente della coalizione PD-SEL , esponente di quella parte che non ha proposto nomi per le primarie ma che ha dichiarato indicherà la sua preferenza (sono diosposto a scommettere che questo è il più grande segreto di Pulcinella e SEL starà con Brignoli), ritiene che questa modalità sia quella giusta per "superare la vecchia politica". Ci dice anche: "...divisi da regole, più che dai contenuti. Io credo che Carlo Bava queste primarie avrebbe potuto vincerle, anche con regole rigide". Ribadendo ancora una volta la panzana che si è rotto su regole e non su contenuti.
Vabbè, lasciamo perdere ancora una volta la sciocchezza delle "regole" (anche perchè lui stesso le valuta come "rigide"); lasciamo perdere la sottovalutazione di Carlo quando ipotizza che si possa essere (forse) fatto guidare da "altri"; lasciamo perdere che questa "nuova politica" di concretezza ancora non ha prodotto una sola idea concreta e che continuare a rimandare una palla avvelenata in altrui campo di gioco anzichè affrontare i propri temi programmatici è un favore alla destra. Attendiamo a questo punto solo l'appello al "voto utile" e poi avremo davvero scoperto tutte le carte di questa "nuova politica".
Vitale ci dice quindi che il centrosinistra è PD-SEL e chiude ad un dialogo dopo le primarie cito: "Le primarie del 23 febbraio sono il primo gradino, poi chiunque vinca, sarà il candidato sindaco che sfiderà le destre, Carlo Bava e il Movimento 5 Stelle per la corsa finale." Brezza dal canto suo ci mette il Jolly e parla in maniera sibillina di "falso civismo" Immagine 2 certo, troppe poche righe per un processo alle intenzioni, però...
Insomma , io sono contento che i candidati per le primarie siano Marchionini e Brignoli, credo che siano ottime persone e che con loro un dialogo sia doveroso aprirlo. I contenuti del progetto "Carlo Bava Sindaco" saranno resi pubblici il 24 e spero che molti del PD e di SEL partecipino alla serata , onde evitare che scrivano ancora inesattezze, per il resto registro che anche a Verbania sono più i partiti che orientano i loro segretari che non il contrario, me ne dispiaccio ma non è un dramma. Con un po' più di "tatto" forse possiamo anche chiudere quì la questione.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Per commentare occorre essere un utente iscritto
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti