Il blog con il giornale dentro

candidato

Inserisci quello che vuoi cercare
candidato - nei commenti
Come la stampa locale ha trattato il tema "Bava-primarie PD" - 5 Gennaio 2014 - 23:04
articolo rubertà
caro Filippo quando le persone sottolineano le sottigliezze io uscirei con articolo che evidenzierebbe la volontà del soggetto riguardo la trattativa intercorsa, sempre che ci sia stata. Bava non si è accordato o meglio non si è accodato alla logica di partito e pertanto si è astenuto dal partecipare ad un confronto che lo avrebbe visto perdente. La scelta di un candidato sindaco attraverso le primarie spesso sortisce un risultato che soddisfa solo i numeri, vedi Renzi. Il rinnovamento avviene col superamento delle vecchie regole, se non dai la possibilità ai concorrenti di farsi conoscere in modo adeguato e di non interferire come partito a perorare la causa di un proprio iscritto a discapito di altri.
PD, occasione mancata di poco? - 24 Dicembre 2013 - 21:55
la realtà è più avanti
ho letto i vari comunicati e i commenti, e mi sono venute in mente due citazioni. Una è il famoso "continuiamo a farci del male" di Nanni Moretti. Per quale motivo voler applicare le regole del pd alle primarie di coalizione? Non si potevano concordare delle regole condivise? O forse un candidato sganciato dalle logiche partitiche mette una certa inquietudine? L'altra citazione è di Gaber: "la realtà è più avanti". Ed è appunto questa la sensazione forte: stiamo vivendo un momento di grandi cambiamenti, e i partiti in qualche modo si muovono troppo lentamente e stanno troppo abbarbicati alle loro conquiste. Non sono le cose buone fatte in passato a essere messe in discussione: è il metodo, che forse oggi è un tantino superato.
Il PD a Verbania ha paura - 17 Dicembre 2013 - 23:49
I problemi del PD
Caro Alessandro, citi a memoria sbagliando, ma anche se dicessi bene veniamo alla questione : i candidati Marchionini e Brignoli, per quello che ho sentito dicono molte cose ragionevoli, parrebbe che volendo un denominatore comune con loro sarebbe anche individuabile. Tieni presente che sul mio blog parlo a titolo personale. Il problema é che noi abbiamo posto la questione in termini diversi: prima le regole, senza le quali anche un denominatore comune potrebbe essere inutile, poi , se su quelle c'é accordo si prosegue. Due soggetti diversi possono essere anche in perfetta sintonia, ma se non parlano la stessa lingua? Quindi, a mio avviso, le regole sono il linguaggio comune . Nelle regole ci sono le questioni di fondo, come si presentano i candidati, chi sono i candidati i tempi per presentarli e i tempi per realizzarle queste benedette primarie, e poi si condividono temi fondamentali. Se per noi é fondamentale (e lo abbiamo sempre detto) che ci siano novità di sostanza e di metodo e riteniamo fondamentale per ciò presentare alla città una squadra o almeno una rosa di persone per far capire che il programma sarà gestito da persone di una qualità che non teme i classici veti, lo si dimostri. La verità é che il PD non ha una linea, i suoi candidati sí, e questo é il primo problema, il secondo é che il PD non cerca un dialogo vero, ma il pretesto per poter dire: "ci abbiamo provato" ... Se così non fosse ti propongo una sfida: fate le primarie nel PD con le regole che volete e poi IL vostro candidato faccia le primarie col nostro é si presenta alla città due modi diversi di progettare l'amministrazione futura. Ciò non avverrà perché il PD teme Carlo Bava inquanto non ha una linea chiara e condivisa. Ciononostante sono consapevole che il mio é solo un punto di vista e attendo curioso gli eventi e gli sviluppi.
Sono passti un paio di giorni ma questa "assurdità" non ha smosso alcuno nel PD? - 5 Agosto 2013 - 13:04
Vivo il travaglio dei militanti PD come fosse mio
Caro Alessandro, in tempi non sospetti mi proposi per lavorare nel gruppo "sociale" per il programma PD , ma non venni mai contattato. Certo che avere un buon candidato é un grande vantaggio, il bello é che potrebbe essere anche il vostro. Le difficoltà che vivono le persone per bene che ancora credono nella politica mi sono ben note, ciò non toglie che io oggi nutra un legittimo sospetto nel procedere di quel partito. Come già detto , credo sia il momento di scoprire le carte, farlo tardi sarà un danno alla partecipazione , e questo non credo faccia bene neanche a partiti strutturati come il PD. Mi auguro ci si veda presto ad uno stesso tavolo ;)
Da "La Stampa": ...la politica frena sul futuro candidato Sindaco". (Ma la città accelera) - 30 Luglio 2013 - 14:32
sull'analisi di Brignone
Io sono del parere che chi ha vinto le scorse elezioni e non termina il mandato perché fa commissariare la città, dovrebbe saltare un turno.Quindi con che faccia si presentano ad ipotizzare programmi e nomi Pdl, Fratelli di Taglia e compagnia mi stupisce. Dopo i disastri che hanno fatto dovrebbero coalizzarsi in un decoroso silenzio. I programmi non sono mancati al pd e a Zanotti il cui vivo interesse ed impegno per la città è testimoniato da anni su "Verbania70" e saluterei con favore una sua candidatura, finalmente si potrebbe scegliere tra candidati validissimi. Fa ben sperare la Lega che, seppur dimentica che faceva parte della coalizione che vinse nel 2009, ha deciso di seguire un qualche "ragionamento" per lanciare un candidato civico ( e non sprecare banane....
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti