Il blog con il giornale dentro

stampa nazionale

Inserisci quello che vuoi cercare
stampa nazionale - nei post
Gruppo di aiuto per il PD, ci sono volontari? - 13 Luglio 2017 - 10:01
Insomma, nel tempo della ricerca di spazi e luoghi "degni" per una presa di posizione , potremmo interrogarci su come agisce questa ex sinistra , il suo "coraggio", i suoi "valori"...
Le proposte ci sono e ci sono sempre state, partiamo da Acetati per esempio - 21 Gennaio 2017 - 10:33
Anche su "Beata Giovannina", facciamo chiarezza!
Marchette e serietà - 22 Novembre 2016 - 09:14
Il dibattito è "caldo" sul tema delle dimissioni collettive nel Comune di Verbania. La politica che vuole salvare se stessa parla d'altro, propone le classiche "marchette" e parla di quanto sono bravi "loro", che "arriveranno i soldi" che la politica è cosa diversa ecc ecc. Qualcuno parla di "serietà" , qualcuno di "cambiali in bianco" ... è la paura del cambiamento che divide chi ha speranza da chi l'ha finita.
Il gatto e la volpe... e l'immagine di Verbania - 9 Maggio 2016 - 09:16
Ho un idea per l'innaugurazione del CEM: un confronto Zacchera-Marchionini. Sarebbe un evento spettacolo, una tragicommedia che ci farebbe piangere e ridere... insomma un vero spettacolo sulla nautura perversa dei verbanesi che continuano a far scelte di pancia, e che son causa di grandi mal di pancia. Comunque siamo su "La stampa" nazionale, a saper comunicare si potrebbe in qualche modo girare in positivo.
CEM. Era ovvio, a quelle condizioni non lo vuole nessuno. - 3 Marzo 2016 - 09:13
Ancora una volta, non affrontare le complessità dei problemi porta allo stallo. Ancora una volta parliamo di CEM e del decisionismo che non decide. Ancora una volta parliamo di modalità amministrative che sono molto lontane dalle promesse elettorali, e per di più sono molto costose.
stampa nazionale - nei commenti
Bonzanini dimettiti (BIS) - 15 Marzo 2016 - 16:40
Mass media asserviti
I mas media locali sono davvero asserviti ai potentati locali del momento, oggi ossequienti con i sindaci in carica, domani pronti a prostarsi ai piedi di che verrà dopo di loro: insomma la proiezione in piccolo di ciò che avviene a livello nazionale con le grandi testate e con i canali RAI. Non per nulla l'Italia è nelle ultime posizioni della classifica mondiale per la libertà di stampa.
La stampa locale ha smesso di fare domande? - 13 Maggio 2015 - 13:31
stampa
Caro Brignone, fosse solo la stampa locale ad essere asservita al potere! Se guardiamo a quella nazionale ed all'informazione in genere, siamo ben lontani da un seppur minimo indice di indipendenza e di libera informazione. mai visto un giornalkista che, dal vivo, faccia qualche domanda imbarazzante a qualche politico; e per le interviste scritte si sa che sono stracondordate con l'intervistato che prima di pubblicarle si da un gran da fare a censurare anche, virgole, punti e virgola e tutti gli altri segni di interpunzione. E se qualcuno talora cerca di discostarsi dal sistema, subito viene emarginato e tacitato.
Notizia "di regime"? come il nulla può accomodare il "potere"? un esempio - 30 Marzo 2013 - 19:42
commento
Caro Renato, non ero a conoscenza che TeleVCO avesse confezionato un servizio sulla delibera di approvazione della candidatura verbanese al Piano Città. Dal canto mio, come e' mio costume, non ho predisposto alcun comunicato stampa, ne' ho caldeggiato servizi televisivi. Devo supporre che i redattori del l'emittente locale abbiano attinto al testo della deliberazione che, proprio quel giorno era sta pubblicata all'alba pretorio (virtuale). Del resto, come giustamente anche tu sottolinei, non si trattava che del l'adesione ad un bando nazionale: una "non notizia" che non meritava certo quell'enfasi. Per quanto riguarda, invece, la scelta dell'ambito di intervento, mi assumo totalmente ogni responsabilità. Effettivamente il livello di degrado urbano (a parte villaSimonetta) non è così eclatante e, probabilmente, si sarebbero potuti indicare altri ambiti, senonché il bando richiedeva che il Piano fosse frutto di sinergie pubblico private. In città, stante anche la ristrettezza dei tempi concessi dal Ministero, non vi erano accordi col privato immediatamente concretizzabili, mentre la precedente Amministrazione ci aveva lasciato in eredità la convenzione con il Centro Auxologico, immediatamente spendibile. Come ricorderai, quella convenzione prevedeva la realizzazione, oltre che dell'ospedale, anche di un parcheggio multi piano lungo l'argine del San Giovanni. Io mi sono limitato ad aggiungere un paio di tessere a questo mosaico, prevedendo il recupero dellaVillaSimonetta e la sistemazione dell'area adiacente il futuro ingresso dell'ospedale. Infine, la criticata area attrezzata per le auto elettriche, altro non è che un ipotesi di riutilizzo dell'attuale parcheggio di largo Invalidi del Lavoro che, con l'apertura dell'ospedale, dovrà necessariamente perdere la sua funzione. Ciao
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti