Il blog con il giornale dentro

sassi

Inserisci quello che vuoi cercare
sassi - nei post
Una giunta incapace che non trasforma i problemi in risorse... ma in disastri - 5 Maggio 2016 - 11:58
Il post di ieri , di fatto una semplice copiatura di un articolo di fondo del direttore di Eco Risveglio, ha avuto uno sproposito di visualizzazioni, per questa ragione, oggi alla luce del secondo bando deserto al CEM propongo un approfondimento.
E' incredibile ma sta accadendo di nuovo... - 30 Maggio 2015 - 18:28
La cattiva politica, l'assenza di dialogo, l'uomo/donna solo/a al comando sono la iattura di questo paese. Mortificano la progettazione, annichiliscono le visoni condivise, più semplicemente: complicano il futuro. Sto per parlarvi della svendita di un pezzo importante della nostra storia.
EX CEM: rischi e possibilità - 23 Gennaio 2015 - 09:53
Il paradosso è che la struttura c'è, ma il progetto no. idee, tante, non troppo chiare e non troppo organiche. Contenere "il danno economico" a livelli accettabili è possibile (credo) ma il confronto deve essere serio e di merito. Il momento di visibilità c'è stato , è ora che finalmente lavorino le commissioni.
Strana la politica... anche nei partiti "in via di estinzione" - 2 Ottobre 2013 - 18:54
Certi meccanismi di chi ha fatto, fa e/o vuol fare politica non li capisco. Un esempio un po' surreale sulla mia pelle (più o meno)
Da qualche parte si deve pure iniziare per provare a rendere il CEM qualcosa di utile - 5 Settembre 2013 - 17:30
Prima della distruzione c'è il "riciclo" prima del riciclo c'è il "riuso". Oggi dobbiamo pensare al "riuso del CEM". lo so che sembra assurdo, ma se non pensiamo a come mettere per tempo "una pezza" ad un progetto assurdo, senza capo ne coda, ci troveremo a pagarne l'enorme dazio, e aver avuto ragione non sarà una consolazione. Pensiamo diversamente.
sassi - nei commenti
Finalmente un' idea! - 5 Maggio 2016 - 08:02
Re: domanda
La presenza di un bar e di un ristorante, con terrazza scenografica, e con due bandi andati deserti per la gestione stanno proprio a indicare che o c'è una forte intesa tra proposta artistico-culturale e culinaria, oppure nessuno rischia d'investire in un salto nel buio. Mettiamo che voglia fare un ristorante stellato per coppie romantiche e poi la direzione artistica sceglie di proporre una rassegna d'avanguardia con musica sperimentale per giovani alternativi. Possono convivere i due pubblici nello stesso spazio? Se invece l'offerta "food" è coordinata con quella "artistica" ecco che le due attività si possono promuovere assieme. La struttura è fatta apposta per avere più spazi separati. Gli spettacoli sarebbero nella sala teatro, laboratori, degustazioni, o "market" negli altri spazi. Dalla hall alle altre sale negli altri "sassi". La mia è solo un'ipotesi per puntare a sfruttare al meglio le opportunità del centro eventi per come è stato realizzato (poi se andava fatto, dove e come è tutto un altro discorso). O si parte da un'idea unitaria oppure la gestione spezzatino rischia di essere fallimentare.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti