Il blog con il giornale dentro

parere

Inserisci quello che vuoi cercare
parere - nei post
Le possibilità che partono dal basso... la politica almeno le segua - 26 Aprile 2018 - 11:21
Un serio dibattito sulla fusione di comuni con Verbania, avrebbe dovuto mettere sul piatto "visioni" e prospettive, e non parlare solo di soldi (che è quello che fa una politica miope). Gli esempi ci sono , ne riporto uno particolarmente significativo e di prospettiva
Sau non è la moglie di Cesare e Marchionini è permalosetta, e allora? - 7 Marzo 2018 - 18:40
2 pesi e 2 misure, non mi stupisce più, ma lo trovo scorretto e quindi lo critico, anzi lo lascio criticare al Consigliere Rabaini che sa farlo meglio di me, i ci aggiungo una mia riflessione.
Le bizzarrie del "ghe pensi mi". Rischi e spese a carico di pantalone - 4 Gennaio 2018 - 17:44
2 articoli inquietanti che stanno nel solco dell'atteggiamento autoritario di chi ci amministra e proseguono la lunga lista delle sciagure a "targa CEM"
Non basta avere ragione, non basta dire che tutti fanno schifo ... - 13 Ottobre 2017 - 18:04
Con i 5 stelle di Verbania io vado sostanzialmente d'accordo, si può ragionare e spesso arriviamo a conclusioni molto simili. Di sicuro nell'intervista a Ecorisveglio Campana dice cose giuste, a cominciare dal titolo: «Marchionini ha svuotato il Comune»... purtroppo però chiude dimostrando che il movimento non è all'altezza del cambiamento perchè è carico di pregiudizi a prescindere. Peccato.
Ma il giornalismo a Verbania cosa è? - 4 Ottobre 2017 - 09:37
Su Eco di oggi un articolo forse funzionale solo ad alimentare polemiche , di sicuro non una notizia nel senso classico (se ne esiste poi uno) del termine: "MARCHIONINI PIACE. ANCHE A DESTRA". C'è forse un sondaggio che lo dice? c'è un sondaggio che dice che piace ancora (se sia mai piaciuta) a sinistra? ...ma non ho trovato notizie su un Assessore che avrebbe subito una condanna penale... giornalismo?
parere - nei commenti
Tra le spese inutili a Verbania aggiungerei lo stipendio di Varini - 26 Luglio 2017 - 17:11
Presidente Varini - rispetto democratico
Caro Brignone, Capisco il tuo stato d'animo. Ormai è da diverso tempo e a tutti i livelli, si è perso, dimenticato, il rispetto della democrazia. Anche in guerra c'era per i vinti, l'onore delle armi, cioè il rispetto per chi aveva messo a rischio la propria vita a favore di un ideale. Mio nonno mi aveva raccontato un vecchio adagio: "anche un orologio fermo, ha ragione due volte al giorno" Ora non è più così, a mio parere più che una evoluzione abbiamo avuto, sotto l'aspetto sociale una involuzione, conta solo il parere del più forte, del più potente, della maggioranza; il singolo, chi è privo di potere, la minoranza sono solo intralci e fastidi e vengono dimenticati, ignorati, eppure sono soggetti che hanno gli stessi diritti e spesso possono avere buone ragioni da far valere nell'interesse di tutti, come "l'orologio che ha ragione due volte al giorno". Questa è la DEMOCRAZIA OGGI. Un cordiale saluto Giuseppe Federici
C'è differenza tra "sicurezza" e "carte a posto" ... siamo seri - 5 Luglio 2017 - 15:10
Proroga CEM
Ringrazio il promotore dell'articolo che ci fa conoscere l'incertezza del presente cui viviamo. Ma cosa vuole che la città faccia? scendere ogni volta in piazza per manifestare o per .....menare? Dice che l'opposizione c'è e ....non c'è, Beh, allora che andate a fare, statevene a casa e vivete tranquilli! A mio parere, invece, è proprio l'opposizione che dovrebbe contrastare le irregolarità commesse e, in ipotesi di reati segnalare i fatti all'Autorità giudiziaria. Non avete il coraggio o la capacità di farlo ? nell'ambito del vs partito ci sarà pure una persona esperta capace di dare una mano e controllare l'esatta stesura del capitolato di appalto e se questo prevedeva la consegna del manufatto munito dei prescritti certificati antincendio, oppure di vedere le prescrizioni dei vigili del fuoco e controllare se sono stati eseguite a regola d'arte. Perchè la proroga, in cosa consiste il deficit funzionale? O dobbiamo aspettare che accada l'irreparabile per accertare cosa non ha funzionato e chi ne era responsabile? Che poi il CEM fosse un flop sotto l'aspetto finanziario, si sapeva ancor prima di iniziare, ora dobbiamo tenercelo: bisognerebbe fare una legge per addebitare ai promotori le perdite di gestione, allora ci peserebbero bene prima di avviare simili c....te. Giuseppe Federici
Se le suonano tra loro e si compattano se li critichi, ma tacciono su cose importanti - 16 Novembre 2016 - 15:10
ultima speranza
ovviamente Palmira non cadrà mai,i suoi pur di restare lì tollereranno qualsiasi cosa. l'ultima speranza a mio parere è proprio Brizio,che è un tipino con il quale non vorrei mai trovarmi a discutere,sapendo di essere nel torto. se non ci riesce lei,Verbania si tiene la signorina Rottermeier per due mandati. auguri.
Avviso di garanzia, e anche se fosse? - 26 Luglio 2016 - 09:34
molto semplice...
Sulla modo di "governare" mi sono espresso molte volte in senso negativo,ma se un personaggio pubblico di qualsiasi grado riceve un'avviso di garanzia che, sia ben chiaro,non è niente di trascendentale,, dovrebbe, anzi a mio modesto parere, deve dimettersi dalla carica occupata,difendersi nell'eventuale processo, e susseguentemente, dimostrata la sua estranietà,ritorni al suo posto...penso di non aver detto niente di nuovo
"Comunisti con Silvia" nel PD? - 16 Giugno 2016 - 13:00
Casa Ceretti
Caro Renato,questo non è un commento al tuo ultimo post ma una richiesta di un vostro parere su una questione che a me sembra parecchio intricata e cioè su cio' che sarà il destino di Casa Ceretti,un immobile situato in via Roma e lasciato dalla sua proprietaria Elide Ceretti in eredità al Museo del Paesaggio con finalità ,credo di aver capito,di formazione,pratica,accoglienza in campo artistico. Ho avuto modo di conoscere questo luogo per questioni professionali:da educatore presso il Centro Salute Mentale ASL di Verbania,ho collaborato ad un progetto che,insieme ad AVAP (un'Associazione a favore di coloro che soffrono di disagio mentale) prevedeva la richiesta al Museo di trasferire il nostro laboratorio di arteterapia dall'ospedale agli spazi di Casa Ceretti. La risposta è stata positiva e ci siamo messi al lavoro per sistemare un locale al piano terra della casa,il laboratorio è partito ormai da mesi ed ad esso si sono aggiunte altre attività con arteterapeuti professionisti rivolte non solo ai nostri pazienti ma a molte altre persone che si trovano vivere una situazione di difficoltà( dai ragazzi Down ai profughi in fuga da paesi in guerra,ecc.). Tutto chiaro quindi ? mica tanto direi in quanto su questo,secondo me,interessante progetto e su altri in corso a Casa Ceretti,grava questa sensazione di precarietà,fino a quando ?Da quel che ho capito nel Museo ci sono pareri discordi sul sostenere queste attività,destinare la casa altri scopi o,addirittura,vendere i locali. Dal mio punto di vista lavorare in una condizione di precarietà e poca chiarezza non favorisce la continuazione e lo sviluppo delle attività. Mi piacerebbe una parola chiara. Voi che ne pensate ? Grazie ,Paolo.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti