Il blog con il giornale dentro

leggo

Inserisci quello che vuoi cercare
leggo - nei post
Uno "parla troppo" e uno "non dice niente"... mettersi d'accordo no? - 4 Giugno 2018 - 09:06
Tartari parla a nome del PD ed "è convinto", Scalfi è il segretario del PD ma usa un sacco di parole per non dire nulla (come al solito), ma qual è la linea del PD? Dove sono tutti sti "tavoli di discussione"? Dicono che si apre la terza Repubblica, già speriamo nella quarta, ma a Verbania "i giovani politici" sono fermi alla prima...
L'idea è ottima: "riusiamo Verbania"... speremm - 19 Marzo 2018 - 09:22
Cercherò di superare le mie prevenzioni rispetto questa amministrazione e continuo a fare il tifo per "una Verbania possibile" ... diciamo che questa idea è in sintonia con un percorso positivo che andrebbe costruito insieme. Sono conscio che "insieme" è un concetto sulla bocca di molti politici e praticato pochissimo, comunque riprovarci non costa nulla.
Sau non è la moglie di Cesare e Marchionini è permalosetta, e allora? - 7 Marzo 2018 - 18:40
2 pesi e 2 misure, non mi stupisce più, ma lo trovo scorretto e quindi lo critico, anzi lo lascio criticare al Consigliere Rabaini che sa farlo meglio di me, i ci aggiungo una mia riflessione.
il mio amico Andrea e gli altri, quelli delle "pacche sulle spalle" - 13 Novembre 2017 - 09:53
Il mio amico Andrea è giovane, serio e sta cercando di capire qualcosa della politica partendo da quella cittadina. E' spesso disorientato , perchè come me sente dire dalle stesse persone cose diverse se sono in pubblico e se sono in privato... e forse questa è proprio la ragione per la quale Marchionini e il PD non vanno d'accordo.
Dopo ogni sconfitta elettorale: "...ritengo serva una nostra maggior presenza sul territorio..." - 27 Giugno 2017 - 11:22
Ma la volete capire o no che se non dialogate a sinistra vi resta solo la destra?
leggo - nei commenti
Ancora a vantarsi di un risultato che non c'è - 8 Ottobre 2018 - 17:50
alcune precisazioni
questa è la mail che di corsa ho scritto alla redazione di "La Prealpina" per chiedere rettifica all'articolo non appena, finito di lavorare, ho letto il posto su FB che riportava la rassegna stampa: Egregio Direttore, ancora una volta leggo sulla vostra testata un articolo ove mi si cita, ove mi si accostano parole non dette e molte di quelle dette, mal capite o mal riportate. mi riferisto al vostro articolo intitolato "L'ex cinema di pallanza diventa hotel a tre stelle" a firma Mauro Rampinini. ancora una volta mi vedo costretto a censurare il "pezzo" e chiedere di rivedere le modalità di apprendimento o trascrizione delle parole ascoltate. In un momento così delicato di un procedimento burocratico che altro non potrà che sfociare nel suo accoglimento o nel suo rigetto, mi appare deleterio pubblicare notizie inesatte, palesemente/volontariamente errate che altro non possono che destabilizzare il dialogo tra le parti soprattutto non potendo raggiungere i diretti interessati per tempo nel medesimo canale usato dalle informazioni distorte veicolate: la vostra testata. Sono Alessandro Papini, Presidente della Commissione Urbanistica e Consigliere Comunale della Città di Verbania. Ho parlato con Rampinini, da lui cercato, ho cercato di spiegare che non è volontà cassare il progetto, che come ribadito più volte nelle commissioni da me presiedute, esso andava articolato differentemente sotto alcuni aspetti, che la valorizzazione data agli sforzi che l'amministrazione riteneva possibili, era sottostimana e che (spesso da voi ribadito strano) questa volta il maggior partito di maggioranza, il PD, non intendeva rallentare l'amministrazione nemmeno, cosa fatta spesso in passato, nemmeno tentando di soccorrerla quando ravvisava delle pecche. il fine è quello di giungere al risultato da noi tutti condiviso. Come mai tutto ciò non è apparso? come mai si citano dati, cifre inesatti? Come mai sempre con esito divisorio e di acreditudine? spero mi venga concessa la possibilità di un incontro non telefonico ma "de visu" con il comunque sempre gentile Rampini, in modo da poter meglio articolare i concetti e sincerarmi della corretta comprensione delle mie non sempre agili espressioni. Cordialmente, Alessandro Papini questo ho scritto di getto e in maniera poco fruibile ma dopo una giornata di lavoro e dovendomi preparare per il CC di stasera non avevo voglia e tempo di rileggere e rivedere i concetti. Un saluto ai lettori e un "a dopo al curatore"
Il prezzo del silenzio (del PD verbanese) - 12 Maggio 2017 - 06:32
Politica allo sbando...
leggo quanto sta accadendo a verbania da tre anni a questa parte è francamente resto basito. Il partito di maggioranza che resta asservito e, nonostante mugugni privati, non ha il coraggio di contraatare le imposizioni del sindaco. Mi spiace vedere questo appiattimento che non fa onore alla politica. Se tornassero indietro i nostri avi, che avevano creduto nel PCI e nella politica popolare, vedendo ciò che avviene in questo infausto periodo, credo che si avrebbero il coraggio di ribaltare tutto. Io sarò un sognatore, ma spero ancora che qualcuno alzi la testa, magari pensando a ciò che sta avvenendo in varie città dove sta intervento la magistratura .
Si, No e la fine della credibilità politica (a Roma e a Verbania) - 8 Novembre 2016 - 07:06
si o no
Aggiungo che poiché si dovrebbe votare sull' approvare o meno un TESTO costituzionale questo testi e questi articoli ANDREBBERO CAPITI E CONOSCIUTI mentre nel quotidiano dibattito si parla poco o nulla del CONTENUTO, della forma, della chiarezza (o meno) della riforma che viene proposta al voto. Se i 47 articoli che si propone di cambiare fossero almeno letti dalla gran parte degli elettori, il 95% delle persone credo voterebbe NO perché - al di la delle intenzioni più o meno oneste - il testo finale è un guazzabuglio, vedi l'art, 70 che quando lo leggo a simpatizzanti del SI (l'articolo è passato da 9 parole a 436) non viene (quasi) creduto. Altro che semplificazione, risparmi e modernità... Una Costituzione non è un "derby" come sostiene Renzi ma un testo che dovrebbe essere CONDIVISO il più possibile come fu nel 1947 e dopo una accurata preparazione non fatta dal governo in carica - qualunque esso sia - ma da una ASSEMBLEA COSTITUENTE di persone fuori del parlamento che sottoponga poi un testo coerente al giudizio dei cittadini.
Marchionini che vergogna! - 1 Aprile 2016 - 20:34
Cara signora stefania
Cara (nel senso di quanto ci costa con le sue sproloquianti parole in tempi e quindi costi di consiglio), leggo le sue dichiarazioni sugli illeciti che questa nostra amministrazione ha compiuto e sta compiendo e mi rallegro dell sue dichiarazioni. Il motivo è semplice i casi sono due: o lei sta millantando informazioni che non ha e quindi sarebbe palesemente imputabile di diffamazione, calunnia e false dichiarazioni, oppure se le sue gravissime accuse fossero vere e supportate da prove in suo possesso, lei sarebbe ugualmente in maniera palese imputabile di complicità. Come lei dice il silenzio del sapere rende complici, ripeto il senso della dichiarazione resa dal suo sodale vittorio, dichiarazione resa per iscritto poco più in alto. quindi si decida, si costituirà spontaneamente dichiarando i suoi comportamenti falsi, calunniosi, oppure lo farà denunciando la sua connivenza e complicità. le voglio ricordare che per la legge non accetta denunce al di fuori delle sedi opportuni, quelle non sono altro che pubbliche dichiarazioni di correità. Decida e ci faccia sapere quanto prima, visto che millanta strabordante onestà, intellettuale e legale.
Chiedetelo a loro... Sabato , visto che saranno anche "loro" in Piazza Ranzoni - 3 Dicembre 2015 - 14:00
Privatizzazioni
Caro Renato,leggo con interesse i tuoi post sempre intelligenti e corrosivi su potenti e potentati. leggo oggi la tua fila di domande da porre ai nostri politici sui perche' privatizzare il forno crematorio,estenderei molte di queste domande alla questione in generale: perchè questa ossessione da destra a sinistra nel voler privatizzare tutto? dai crematori alle ferrovie,dall'acqua alla sanità? Lavoro da decenni nella Sanità pubblica e ho sempre pensato che,il mio, dovrebbe essere un lavoro con un grande valore aggiunto:quello di fornire ai cittadini un servizio di qualità per il miglior benessere di tutti senza interessi di parte o personali.Pare invece,sia meglio il privato,piu' conveniente?,piu' efficente?piu' produttivo? Anch'io non ho risposte,anche perchè non ho mai sentito da parte di politici e amministratori un discorso chiaro sul perchè sia meglio il privato e,di conseguenza,sul perchè sia peggio il pubblico...Chissa?. Quello che mi sembra di aver capito è che a forza di "privatizzare/esternalizzare"il cosidetto pubblico ha riversato una montagna di soldi nel cosidetto privato,soldi in prestito naturalmente,da ripagare con nuove privatizzazioni e nuove dismissioni di beni pubblici (mi sembra un girone infernale).Tu che ne pensi? Un caro saluto Paolo. PS ho gia' firmato per il referendum sull'inceneritore!)
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti